I documentari rock di Netflix da vedere

C’è molto da imparare sulla storia di alcuni artisti e sulle loro fonti di ispirazione. Diversi sono i canali di informazioni tramite cui possiamo imparare di loro tra libri, film o semplici video. Con l’avvento di Netflix, che ha di recente ampliato la sua produzione cinematografica e televisiva, è stato possibile accendere nuovi riflettori e punti di vista su alcuni artisti. Ecco dunque i documentari rock di Netflix da vedere, dunque tenendo conto solo di quelli prodotti dal servizio di streaming on demand di film e serie tv, sbarcato in Italia lo scorso 22 Ottobre 2015.

I documentari rock di Netflix da vedere: Keith Richards: Under the Influence

Keith Richards è un artista di grande impatto. Egli è infatti il membro fondatore dei Rolling Stones, in cui è stato principalmente chitarrista, ma occupando spesso altri ruoli all’interno della band. Insomma, un artista in piena regola, che ha spinto il regista Morgan Neville ha creare un documentario su di lui. Con varie interviste e materiali d’archivio, il film si concentra sulle fonti d’ispirazione di Richards, dall’inizio della sua carriera fino ad oggi.

Devil at the Crossroads

Il documentario che ripercorre la vita di Robert Johnson è un fantastico racconto dello storico bluesman. La sua storia, avvolta da mistero e leggende, ha segnato la storia della musica con solo 29 canzoni registrate. Con interviste ai famigliari, ai critici e ai fan, viene ripercorsa, anche grazie al grande lavoro del regista Brian Oakes, la vita del leggendario bluesman, morto a soli 27 anni, il primo a finire nel Club 27.

Rolling Thunder Revue

Con la straordinaria regia di Martin Scorsese, viene portata su schermo la vita di Bob Dylan. Con filmati di repertorio e interviste, vengono raccontati i dettagli più intimi dell’artista, creando una fantastica atmosfera che fa respirare l’aria di quegli ambienti e di quel tempo. Un susseguirsi di eventi ben orchestrati che ci immergeranno nella vita del cantautore statunitense.

Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.