I momenti più pazzi di Ozzy Osbourne

I momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne

Ozzy Osbourne appartiene probabilmente a quella categoria di persone che fino a 100 anni fa sarebbe stata rinchiusa in mancomio per infermità mentale. Sono tante le leggende metropolitane che girano su di lui e le rockstar sono famose anche e soprattutto per i loro gesti fuori dal comune e la loro stravagante personalità. La musica è una conseguenza della personalità di un artista. Ecco i 5 momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne.

1) I momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne: il frontman coperto completamente di vernice viola

Nel 1968, quando i Black Sabbath portavanao ancora il nome Earth, Ozzy per fare colpo sul pubblico e per farsi notare si verniciò completamente di viola dalla testa ai piedi, ma non riuscì a raggiungere il suo scopo, ci volle un giorno intero per togliere la vernice sul corpo del frontman.

2) I momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne: il morso del pipistrello

E’ la storia più famosa su cantante e, peggio ancora, è vera. Il fatto avvenne nel 1982. Durante un concerto con i Black Sabbath il leader della band era abituato a vedere oggetti che venivano lanciati sul palco ma una volta fra questi ci fu un pipistrello.

Ozzy evidentemente confuso per le luci, il volume alto della musica e probabilmente sotto l’effetto di droga e alcool scambiò l’animale per un giocattolo, così lo afferrò e staccò la testa al pipistrello. Dopo il morso, però, Osbourne si rese conto di cosa avesse appena fatto e si allontanò dal palco e andò in ospedale con la moglie.

La band sucessivamente trovò il modo di sfruttare l’accaduto: Ozzy fu dichiarato morto e inscenarono il funerale ai quali parteciparono più di 10.000 persone. La cerimonia si trasformò all’improvviso in un concerto lasciando sbalorditi i fan che credevano che il loro idolo fosse irrimediabilmente morto.

3) I momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne: decapitazione della colomba

Un’altra storia che non è una leggenda su Ozzy Osbourne riguarda ancora il suo rapporto con i volatili. Non soddisfatto del morso dato al pipistrello, per fare colpo su i direttori di un importante emittente tv, Osbourne portò con se due colombe. Ne lasciò libera una mentre l’altra, fu decapitata dallo stesso frontman dei Black Sabbath (con un morso). Inutile dire che dopo l’episodio fu subito cacciato via.

4) I momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne: La sfida con Nikki Sixx

Tra le tante leggende metropolitane del rock’n’roll c’è quella che vede come protgonisti Ozzy Osbourne e Nikki Sixx dei Mötley Crüe. I due fecero una sfida alquanto oscena in un hotel durante il tour di Bark at the Moon nel 1984.

Ozzy sfidò Sixx a fare pipì per terra e ognuno dei due avrebbe dovuto leccare la propria urine. Sixx accettò la sfida ed iniziò ad urinare, ma mentre stava accingendosi a leccarla, Ozzy aveva leccato la sua già da un pezzo; alcuni dicono che, non soddisfatto, leccò anche quella di Nikki. Inoltre il principe delle tenebre afferrò una cannuccia e sniffò una colonna di formiche presente nella stanza. Sixx non ebbe il coraggio di fare altrettanto

.”Da quel momento abbiamo capito – Ha affermato in seguito il bassista dei Mötley Crüe – che c’era qualcuno più pazzo e disgustoso di noi”

5) I momenti più pazzi della carriera di Ozzy Osbourne: quella volta che tentò di uccidere la moglie

La moglio di Ozzy, Sharon, ha raccontato che un sera, mentre i coniugi Osbourne erano a casa, Ozzy aveva alzato il gomito più del solito ed era talmente ubriaco al punto tale che andò dalla moglie, si sedette vicino a lei e, serissimo in volto, disse ”abbiamo deciso che devi morire”.

La moglie assecondò Osbourne, abituata alle sue stravaganze, non diede peso alla cosa. Il fontman però si scaraventò addosso a Sharon che riuscì a premere in tempo il pulsante di emergenza che ha apposta per chiedere aiuto nei momenti deliranti del cantante. Il giorno successvo quando ad Ozzy fu raccontanto tutto quello successo la sera prima, si fece una gran bella risata e ancora oggi crede che sia una inventata dalla moglie barzelletta.

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)