Ozzy Osbourne e Ronnie James Dio, le considerazioni di Tony Iommi

I Black Sabbath sono stati una delle band piu grandi e influenti degli ultimi 40 anni. La loro fama, oltre alle loro magnifiche e suggestive canzoni, ha un grande debito verso i loro due frontman. Due persone che hanno definito le regole del rock in un momento storico ben preciso: gli anni ’70. Stiamo parlando di quel “pazzo furioso” che risponde al nome di Ozzy Osbourne e del grande e unico Ronnie James Dio: Tony Iommi ha raccontato come è stato lavorare con questi due colossi del rock.

Ozzy Osbourne e Ronnie James Dio: il racconto di Tony Iommi

Recentemente lo storico chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi ha parlato delle differenze che ha riscontrato durante la carriera da rockstar lavorando prima con Ozzy Osbourne e poi con Ronnie James Dio. Secondo il chitarrista infatti queste due persone sarebbero tanto uguali quanto diverse. Entrambi possiedono una spiccata personalità ma diversi approcci alla musica e non si può dire se durante la carriera coi Black Sabbath uno sia stato meglio dell’altro.

Semplicemente quando Ozzy è stato sostituito da Dio, nei Black Sabbath il cambiamento dello stile e della musica è percettibile. Ciò non vuol dire che album come Heaven and Hell, per esempio, siano da meno a colonne portanti come Paranoid. E’ un dato di fatto però, che un sostituto migliore di Dio non poteva esserci. Così ha affermato il chitarrista: “Ronnie non cantava il riff, quindi la composizione è stata molto diversa – ha spiegato Tony Iommi – lui aveva il suo stile personale e diciamo che ci siamo venuti incontro a metà strada”.

Il rapporto tra Ozzy Osbourne e Ronnie James Dio

Ronnie James Dio ha parlato del rapporto tra lui e Ozzy Osbourne. Il cantante di Heaven and Hell rivela che quando non era nei Black Sabbath lui e Ozzy non avevano problemi. Quando invece Osbourne fu sostituito, fra i due non c’è più stato un bel rapporto. Secondo Dio la colpa sarebbe stata di Ozzy, che ha un’ossessione maniacale verso il gruppo.

Così affermò, a tal proposito, Ronnie James Dio: “Io non ho nessun problema conOzzy. Non mi frega nulla di cosa fa o dice. Quando le cose escono fuori dalla sua bocca veramente non me ne importa nulla. – ha spiegato – Non sono commenti che scuotono il mondo. Lui mi ha sempre amato quando non ero nei Sabbath e mi ha odiato quando invece sono entrato a farne parte.”

Le incertezze di Ronnie James Dio sui Black Sabbath

Per chi non lo sapesse, prima di entrare nei Black Sabbath, Ronnie James Dio ebbe qualche dubbio. Paradossalmente uno dei più grandi cantanti rock aveva paura di non essere all’altezza del compito che gli era stato assegnato. In realtà, con Heaven and Hell Dio diede modo di far vedere quanto ancora avesse da dimostrare come cantante e compositore. Con lui i Black Sabbath fecero un salto di qualità.

“Il mio arrivo li fece accettare come artisti musicalmente molto validi, non come un ammasso di schifezze da criticare selvaggiamente. – ha affermato in merito Ronnie James Dio – Con Ozzy erano un gruppo divertente, con me diventarono un gruppo serio. Non potevo suonare in un gruppo che il pubblico andava a vedere per divertirsi, c’era la necessità di superare il basso livello a cui avevano sempre suonato”.

 

 

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)