gtag('config', 'UA-102787715-1');

James Hetfield: L’influenza di Brian May sul Leader dei Metallica

Il frontman dei Metallica, James Hetfield ha, recentemente, tessuto le lodi del mitico chitarrista  dei Queen, Brian May. Nel corso di un’intervista su Ultimate Guitar, Hetfield ha espresso le sue impressioni riguardo il leggendario chitarrista e l’influenza che la sua band ha avuto sui Metallica. “La musica dei Queen è stata una gran fonte di ispirazione per me. Soprattutto Brian May”, spiega Hetfield. Successivamente, il musicista ha raccontato di un concerto dei Queen a cui ha assistito poco tempo fa, ponendo particolare riguardo ad illustrare nei particolari l’esecuzione di Bohemian Rhapsody, descrivendola come un’esperienza utopica di puro Rock N’Roll.

James Hetfield ha raccontato del momento esatto in cui l’immenso chitarrista dei Queen è sceso dal centro del palco per lanciarsi nello storico assolo dell’altrettanto iconico brano simbolo del gruppo. “Lo guardavo – dice – è sceso dal centro poco prima del solo. Il fumo lo inondava insieme alla luce. Tutto era dietro i suoi lunghi capelli bianchi, rivestendolo di questa enorme aura bianca. Il tutto si è svolto in una cappa d’argento gigantesca, tipica degli anni ’70”. Successivamente, il frontman dei Metallica ha ricordato di aver guardato Kirk Hammett esclamando la sua felicità per aver assistito a quel concerto. “Santo cielo! È fantastico!”, ha detto.

Brian May ha incontrato James Hetfield e Kirk Hammett dopo il concerto

Dopo il concerto, spiega Hetfield, Brian May si è rivolto a Kirk Hammett, chiedendogli se gli fosse piaciuto ciò che avesse suonato. I due iconici musicisti, si sono scambiati sguardi di assoluta sorpresa, nel più totale sbigottimento. “Non potevamo credere che Brian May ci avesse appena chiesto un parere, siamo rimasti di stucco. James Hetfield prosegue raccontando nei particolari la giornata passata insieme al loro beniamino: “Abbiamo incontrato il suo roadie. Abbiamo fatto un giro tutti insieme. Brian aveva una chitarra sulla schiena mentre ci presentava gli altri membri dello staff. Non riuscivo a smettere di pensare che stesse trasportando la sua mitica chitarra! Quando gli ho chiesto se stesse portando con sé la Red Special originale, lui mi ha detto di si e mi ha invitato a provarla con assoluta disinvoltura“.

È stato così che,il Leader dei Metallica ha impugnato la chitarra originale con la quale Brian May ed i Queen hanno scritto parte della storia della musica come la conosciamo. Il chitarrista dei Queen ricevette questa chitarra dal padre quando aveva 18 anni. I due la costruirono insieme e, da allora, la porta ancora con sé in ogni live, nonostante la moltitudine di repliche e modelli signature prodotti nel corso degli anni dai marchi più disparati.

“Quando mi ha porto la sua chitarra, è stato straordinario. Ero senza parole. Poi Brian si è chinato su di me per scattare una foto insieme. Non riuscivo a smettere di sorridere. Era così giovanile. Poi Kirk ha detto che era arrivato il suo turno. Entrambi abbiamo suonato la chitarra di Brian May. Eravamo sbalorditi. È stato super! Un attimo memorabile e spettacolare che non dimenticheremo mai”.  Il frontman dei Metallica ha concluso con l’auspicio di affrontare la vita come Brian May quando arriverà alla soglia dei 70 anni. “Spero di amare la vita e di rimanere con i piedi per terra proprio come lui. È una persona così serena. In ogni caso è una gran fonte d’ispirazione, nella musica come nella vita”.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)