gtag('config', 'UA-102787715-1');

Jimi Hendrix, la storia di quella jam session che lo fece imbestialire

Alcune storie legate al mondo della musica e del rock sono così suggestive che, a guardarle in retrospettiva, appaiono quasi surreali. Artisti intramontabili e rockstar leggendarie che sono finite assieme sullo stesso palco creando situazioni irripetibili. Quando ad incontrarsi erano infatti tre delle icone più turbolente ed eccessive della storia, la musica finiva quasi in secondo piano. Scopriamo in questo articolo la vera storia della jam session di Jimi Hendrix interrotta da Jim Morrison e Janis Joplin.

LA LEGGENDARIA JAM DI JIMI HENDRIX AL THE SCENE

Per scoprire com’è finita una una delle serate più leggendarie e iconiche nella storia della musica, dobbiamo tornare indietro alla primavera del 1968. Gli anni ’60 in generale sono un periodo felice e suggestivo dal punto di vista dei sodalizi tra le rockstar. Ma quello che avvenne  tra Jimi Hendrix, Jim Morrison e Janis Joplin va ben oltre la sola musica.

Le prime due leggende della musica si ritrovano sullo stesso palco del The Scene – il club di New York gestito da Steve Paul. Tra il pubblico che assiste alla scena – stando a quanto riportato da Classic Rock – c’è anche l’intramontabile Janis Joplin.

L’INCONTRO TRA JIMI HENDRIX, JIM MORRISON E JANIS JOPLIN

Anche Janis Joplin dunque si aggiunge alla lista delle rockstar leggendarie che una sera del 1968 si trovavano al club The Scene a New York. Nonostante ci si trovasse nel pieno della stagione hippie e del fiorire degli ideali di Pace e Amore – che sosterranno anche il festival di Woodstock di lì ad un anno – l’incontro tra Jimi Hendrix e Jim Morrison non andò proprio secondo questi termini.

IL RACCONTO DELLA SERATA ALLO SCENE E DELLA JAM SESSION

Chi potrebbe raccontare meglio cosa successe davvero quella sera del 1968 se non chi era lì? Uno su tutti Danny Fields, dipendente della Elektra Records. “Lavoravo per l’Elektra, il che vuol dire che lavoravo anche per Jim Morrison – si legge nella sua intervista riportata da Classic Rockma io e lui non andavamo d’accordo. Per il mio lavoro tuttavia, dovevo tenere sempre un’occhio su Jim perché sapevo che dovunque fosse ci sarebbero stati guai. Sapevo che era al The Scene quella sera e che anche Jimi era lì. Inoltre ero un giovane che seguiva Janis, quindi sapevo che anche lei sarebbe stata lì”.

Stando a quanto riportato dalle testimonianze delle persone che erano presenti quella sera al locale, Jimi Hendrix era salito sul palco e avevano iniziato tranquillamente a suonare. Poco dopo lo aveva raggiunto Jim Morrison, palesemente su di giri. Il cantante dei Doors aveva allora iniziato a urlare qualcosa di volgare nella direzione del chitarrista, che continuava a tentare di suonare.

JIMI HENDRIX, JIM MORRISON E L’INTERVENTO DI JANIS JOPLIN

“Jim ha cercato senza tatto di rubare la scena – ha continuato a raccontare Danny Fieldsuna cosa in cui Morrison era molto bravo. Come ciliegina sulla torta, Janis che era seduta in fondo alla sala, aveva visto tutto quanto ed era improvvisamente apparsa sul palco con una bottiglia in una mano e un drink nell’altra”. Tre leggendarie rockstar sono dunque sullo stesso palco, ma cosa successe di preciso dopo?

“Janis si è fatta avanti e ha colpito Jim sulla testa con la bottiglia, poi gli ha versato tutto il drink addosso – conclude Fields a proposito di quella sera al The SceneTutti e tre hanno iniziato a rotolarsi sul palco in un attacco contorto di isteria. […] Erano in un groviglio di bicchieri rotti, polvere e chitarre”.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.