gtag('config', 'UA-102787715-1');

Johnny Cash, perché la sua storia d’amore con June Carter è la più bella di sempre

Il mondo della musica e del rock è caratterizzato da moltissime storie d’amore. Alcune turbolente e travagliate come quelle di Sid Vicious e Nancy Spungen o Kurt Cobain e Courtney Love. Altre profonde ma piene di tradimenti come quella tra Elvis Presley e Priscilla. Altre infine osteggiate anche dopo la morte, come l’unione tra John Lennon e Yoko Ono. E poi ci sono Johnny Cash e June Carter, due anime il cui amore immortale fa ancora sognare milioni e milioni di persone.

IL PRIMO INCONTRO TRA JOHNNY CASH E JUNE CARTER

La prima volta che si incontrano, Johnny Cash e June Carter sono in due posizioni diametralmente opposte. Lui è solo un ragazzo in gita con la scuola a Nashville. Lei un’artista già affermata nel panorama country che si esibisce già sul palco del Grand Ole Opry con i suoi noti parenti. Cash dirà di essere rimasto immediatamente colpito da June, ma la rivedrà solo nel 1961 – nello stesso luogo del primo incontro.

Cash ora si trova nel backstage e può avvicinarsi a quella ragazza che gli ha già rapito il cuore. “Tu e io ci sposeremo un giorno” le dice, serio. Lei ride e risponde che non vede l’ora. All’epoca di questo veloce scambio di battute entrambi sono sposati con altre persone. Il cantante è già legato ad un’altra donna – Vivian – ma ovviamente non le fa menzione di June.

IL TOUR INSIEME PER GLI STATI UNITI

Poco tempo dopo destino vuole che June Carter si unisca al road tour di Johnny Cash in giro per gli Stati Uniti. Passano così moltissimo tempo una accanto all’altro – viaggiando e cantando per il paese. I loro rispettivi compagni rimangono sempre a casa. Ma June è una rispettabile professionista e una timorata di Dio. Il sentimento che sente crescere in lei per il marito di un’altra donna, ben presto la logora in profondità.

LA STORIA DI LOVE’S RING OF FIRE DI JUNE CARTER

Dalla catarsi di quel sentimento – travolgente ma ostacolato – June farà nascere Love’s Ring of Fire. Quando Johny Cash la ascolta, la notte seguente sogna quella canzone. Ma arrangiata in modo differente. Così si chiude in studio e modifica Ring of Fire – che canta assieme proprio a June Carter, sua sorella Anita e la madre delle due Maybelle Carter. La canzone di June Carter per Johnny Cash non è il solito brano d’amore. E’ il canto struggente, appassionato ma dannato di una donna che ama un uomo che non può avere. June descrive infatti il suo amore con parole emblematiche: “Mi sentivo come se fossi caduta in un pozzo infuocato e stavo letteralmente bruciando viva”.

IL CORONAMENTO DELL’AMORE DI JOHNNY CASH PER JUNE

Quando Ring of Fire diventa la canzone numero uno di Johnny Cash, finalmente il cantante divorzia dalla moglie. Segue il suo esempio poco dopo anche June e i due possono finalmente sposarsi nel 1968. A quell’atteso e insperato momento seguono 35 anni di amore totale. Lui ha sempre riconosciuto a lei il merito di avergli salvato la vita, aggiungendo come un vanto “e poi le piacciono gli stessi film che piacciono a me”.

Nell’album solista di June Carter, Press On, dopo l’iconica Ring of Fire trova posto un bellissimo duetto proprio con il marito Johnny Cash. Una ballata romantica e malinconica che si interroga su cosa succederà quando uno dei due se ne andrà. “Se sarò davvero io la prima ad andar via – canta June profeticamente – […] quando sarà il tuo turno non sentirti perso perché sarò io la prima persona che vedrai”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.