La nuova canzone di Ringo Starr sarà l’ultimo ricordo dei Beatles

Ringo Starr ha pubblicato, proprio nel 2019, il suo ultimo lavoro da solista intitolato What’s My Name. Come a volerci ricordare la personalità che fu più come batterista e cantante solista che come ex membro dei Beatles. Nonostante il disco non abbia effettivamente granché di nuovo dal punto di vista musicale, si tratta comunque di un buon album, ma il focus non è quello. Il disco contiene, di fatti, l’ultimo ricordo dei Beatles e sarà l’ultimo pezzo della storia dei Fab Four (a meno di clamorosi nuovi inediti).

Reunion mai accaduta

I Beatles si sciolsero alla fine degli anni Sessanta, a cavallo con il nuovo decennio, e tutti hanno sperato (chi più e chi meno) ad una reunion tra i vari componenti. Una reunion che, ai fatti, non avvenne mai, se non qualche sporadica collaborazione tra alcuni componenti, ma mai tutti insieme.

Grow old with me

È questo il titolo del nuovo singolo di Ringo Starr, che non è però un inedito. Grow Old with Me è una canzone scritta da John Lennon e Yoko Ono, inclusa nell’album di Lennon del 1984 Milk and Honey, uscito postumo di 3 anni dopo la morte del cantante britannico. La canzone è una tipica ballad (che richiama molto i Beatles) incentrata sul desiderio di un uomo di invecchiare con qualcuno.

Liricamente si possono trovare delle somiglianze con la canzone (sempre dei Beatles) When I’m Sixty-Four, contenuta nel celebre disco Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band. Tornando a Grow Old With Me, la canzone è particolarmente toccante perché è stata pubblicata dopo la prematura morte di John e ha un carattere fortemente autobiografico. Racconta infatti il desiderio di John e Yoko di invecchiare insieme ma non riuscirono mai. Ringo Starr ha deciso di fare questa cover anche rapportandosi con la moglie Barbara Bach con cui è legato da quarant’anni.

L’intervista con Ringo Starr

Ringo Starr ha affermato che la decisione di fare la cover della canzone: “È stata molto emozionante per me e ho fatto del mio meglio. E poi ho portato alcune persone. Ho chiamato Paul e ho detto: “Ehi, ho questa canzone. È una canzone di John, sai, la inserirò nell’album. Vieni, potresti suonare il basso per me, per favore? “Disse:” Certo, vengo.” La nuova versione di Grow Old with Me è speciale e particolare anche per un altro motivo:  Ringo e Paul hanno lavorato sul pezzo scritto da John Lennon usando una parte strumentale di repertorio scritta da George Harrison.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.