gtag('config', 'UA-102787715-1');

La storia dell’amicizia tra Freddie Mercury e Elton John

Quando Freddie Mercury scompare tragicamente nel 1991 – a causa di una polmonite aggravata dall’AIDS – la notizia getta il mondo intero nel cordoglio. A soffrirne soprattutto le persone più vicine al frontman dei Queen. Roger Taylor e Brian May che non sanno se proseguire con la band oppure dire addio alla musica. Jim Hutton e Mary Austin – i due più grandi amori di Mercury. E i suoi amici più cari, tra i quali il cantautore britannico Elton John. Ma com’è iniziata la loro amicizia? Andiamo alla scoperta della storia dietro il legame tra John e Freddie Mercury – così profondo da durare fino alla morte.

L’ascesa parallela di Elton John e Freddie Mercury

All’inizio degli anni ’80 la scena musicale inglese è dominata da due fenomeni della musica internazionale. L’ascesa e il successo dei Queen e di Elton John sono paralleli, viaggiando di pari passo ai due uomini che ne guidano l’avanzata. Freddie Mercury e l’autore di Tiny Dancer fanno gruppo fisso assieme all’ultimo membro del trio, Rod Stewart. Rudi Dolezal – grande amico di Freddie e autore del video These are the days of our lives – raccontò anche che i tre avevano intenzione di formare un supergruppo.

“Credo che Rod se ne fosse uscito con l’idea del gruppo – racconta il regista – e di chiamarlo Nose, Teeth & Hair perché lui aveva il naso grosso, Elton aveva problemi con i capelli e Freddie i denti che tutti conosciamo”. Il progetto alla fine naufraga e non se ne fa più nulla. Ma l’amicizia – soprattutto quella che lega Freddie Mercury e Elton John – continua più forte che mai. Tanto più che il frontman dei Queen è l’unico che riesce a convincere l’amico ad andare in rehab e ad uscire dal tunnel autodistruttivo della droga.

La malattia e gli ultimi anni

“Freddie mi aveva detto dell’AIDS quando gli era stato diagnosticato nel 1987 – racconta Elton John nel suo memoir Love is the Cure[…] Freddie era incredibilmente coraggioso. Ha salvato le apparenze, ha continuato a lavorare con i Queen ed è rimasto la stessa persona divertente, oltraggiosa e profondamente generosa che è sempre stato”. Queste le parole con cui il cantautore britannico ricorda il suo grande amico. Negli ultimi anni della malattia del frontman dei Queen, Elton John gli rimane sempre accanto.

Nel suo nuovo memoirMeElton John racconta anche dell’ultimo, incredibile gesto, che Freddie Mercury fece per lui. Il giorno di Natale del 1991 – ad un mese di distanza dalla scomparsa del cantante – John riceve un regalo: un quadro del suo pittore preferito. Freddie Mercury lo aveva acquistato per lui prima di morire, anche se probabilmente sapeva che non sarebbe mai riuscito a darglielo di persona. “Freddie mi ha cambiato in un modo in cui nessun altro ha mai fatto – ha concluso Elton John parlando dell’amico – e la sua coraggiosa lotta contro l’AIDS è qualcosa che mi ispira ancora oggi”. 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.