gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, gli album e le canzoni preferite di Robert Plant

I Led Zeppelin hanno avuto sicuramente una delle carriere più prolifiche e influenti nella storia della musica. Nell’arco di dodici anni, la band di Robert Plant e Jimmy Page è riuscita a dare alla luce otto lavori discografici, suscitando un’accoglienza entusiasta da parte di critica e pubblico. Tutto questo fino alla tragica scomparsa di John Bonham nel 1980 che di fatto ha decretato anche la fine degli Zeppelin. Ma nel mezzo della brillante discografia che la band si è lasciata alle spalle, quali sono i lavori migliori secondo i diretti interessati? Scopriamo in questo articolo gli album e la canzone preferita del cantante Robert Plant.

LED ZEPPELIN, ROBERT PLANT E L’INTERVISTA SU STAIRWAY TO HEAVEN

Nonostante una carriera relativamente breve – se si pensa che alcune band e gruppi suonano tutt’ora insieme – i Led Zeppelin hanno dato alle spalle alcuni dei lavori più influenti e iconici della storia della musica. Robert Plant, Jimmy Page, John Paul Jones e John Bonham sono considerati tra i massimi innovatori e pionieri del rock. Ma all’interno di questo vasto repertorio di grandi successi e brani leggendari, quali sono i migliori mai prodotti dalla band britannica?

In un’intervista del 1988 concessa al magazine musicale Rolling Stone, Robert Plant venne invitato a discutere – per esempio – la convinzione secondo la quale Stairway to Heaven fosse il marchio di fabbrica della band. “Non è così. Non penso che lo sia – rispose secco il frontman – le persone hanno mancato il punto. E’ una canzone piacevole, con un bel significato, naive e molto inglese. Ma non è la canzone definitiva dei Led Zeppelin. Kashmir lo è”.

ROBERT PLANT, QUAL E’ LA SUA CANZONE E IL SUO ALBUM PREFERITO DEI LED ZEPPELIN?

Durante la conversazione con Rolling Stone dunque, nel 1988, Robert Plant svelò al pubblico che per lui la canzone più rappresentativa dei Led Zeppelin non è affatto Stairway to Heaven. Un brano sicuramente bello e amatissimo dal pubblico, ma non quello che incarna al meglio lo spirito della band. Si tratta invece di Kashmir: “La ricerca, i viaggi e le esplorazioni che Page e io abbiamo fatto in regioni davvero lontane dalle strade più battute”. Il riferimento è ovviamente al fatto che, stando alle fonti dell’epoca, Plant avrebbe scritto Kashmir mentre si trovava in viaggio nel Sahara nel 1973.

Dopo aver svelato la sua canzone preferita della band dunque, Robert Plant si sbilancia nel parlare del suo album preferito, senza troppa esitazione. “Physical Graffiti – afferma il cantante – […] Suonava davvero forte, ma era anche misurato, mostrando un certo livello di controllo”. Il lavoro discografico in questione, pubblicato dai Led Zeppelin nel 1975, contiene proprio la canzone preferita di Plant ovvero Kashmir. La band pubblicherà successivamente altri due album – Presence nel 1976 e In Through the Out Door nel 1979 – prima della tragica scomparsa di John Bonham e la collaterale decisione degli altri membri di sciogliere definitivamente la formazione.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.