gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, cosa successe alla band dopo la morte di John Bohnam?

I Led Zeppelin sono una delle band più importanti nella storia del rock. Con il loro stile e con il loro sound sono stai in grado di influenzare praticamente ogni band hard rock successiva, come pure altri generi hanno subito un certo effetto. Grazie a canzoni come “Rock’N’Roll”, “Stairway To Heaven” o “Whole Lotta Love” sono entrati nella leggenda. La band si sciolse nel 1980, in seguito alla tragica morte del batterista John Bohnam.

Led Zeppelin: “Coda”

Il tragico evento colpì a al punto gli altri membri della band, che questi decisero di non cercare un sostituto, ma piuttosto di chiudere lì la storia dei Led Zeppelin. L’ultimo album della band, “Coda”, in realtà uscì due anni dopo l’annuncio del scioglimento, ossia nel 1982. Tempo fa Jimmy Page ha parlato proprio di questo album e in lui non era difficile intravedere una certa riluttanza. La cosa è umanamente comprensibile, date le circostanze in cui venne registrato. Infatti, secondo la biografia “Il Martello degli Dei” di Stephen Davis, il disco sarebbe stato rilasciato solo in ottemperanza ai doveri contrattuali che ancora legavano i Led Zeppelin alla Atlantic Records.

Jimmy Page: “Abbiamo dovuto fare “Coda” per doveri contrattuali”

Il chitarrista dei Led Zeppelin ha commentato: “Coda fu un album difficile. Solo due anni prima avevamo perso John e quando iniziammo a lavorare sul disco la sua perdita si percepiva ancora molto. Abbiamo dovuto farlo per doveri contrattuali.”. Jimmy Page si è espresso anche a proposito dell’approccio alla produzione: “Doveva mantenere la nostra credibilità, poiché agli occhi di molti sarebbe potuto risultare qualcosa di sgradevole.”.

“Ci aiutò il fatto di avere già “Ozone Baby”, “Darlene” e “Wearing And Tearing”. Per quanto riguarda “Bonzo’s Motreux” era una cosa di cui eravamo a conoscenza solamente io e John. La nostra idea era di dar vita ad un pezzo che rendesse l’idea di una specie d orchestra di tamburi. Era una bella idea, ma sarebbe stato impossibile inserirlo in qualunque altro album.”.

Led Zeppelin: tutte le reunion

Da allora la band si è esibita insieme solamente in cinque occasioni. La prima risale al 13 luglio 1985, durante il famoso live Aid, la seconda nel 1988 per celebrare l’anniversario dell’Atlantic Records, nel 1990 in occasione del matrimonio di Jason Bonham, nel 1995 alla loro induzione nella rock’n’roll Hall of Fame ed infine nel 2007 alla O2 arena di Londra. Quest’ultimo fu un vero e proprio concerto di due ore, il cui annuncio fece esaltare i fan du tutto il mondo. Vennero registrate 21 milioni di richieste di biglietti, stabilendo così un nuovo record mondiale. La registrazione del live venne pubblicata in CD e DVD, col titolo di “Celebration Day”.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com