Elvis Presley

Led Zeppelin, Jimmy Page: Elvis Presley era un genio visionario

La storia della musica si intreccia e sviluppa lungo un fil rouge, che attraversa le epoche fino ad arrivare ai giorni nostri. Artisti avanguardisti e visionari hanno posto le basi della musica moderna, fornendo le suggestioni che altri musicisti dopo di loro hanno raccolto e continuato. Il blues, il jazz, il rock, il metal. Ogni genere deve, in misura più o meno maggiore, qualcosa agli altri e i grandi della musica hanno debiti con coloro che li hanno preceduti. Non è un caso che spesso gli artisti sentano il bisogno di rendere omaggio ai propri idoli e colleghi. Concerti tributo, documentari e film commemorativi, veri e propri inni di amore e rispetto. Non manca all’appello Jimmy Page, leggendario chitarrista e compositore dei Led Zeppelin, che ha rivelato una storia inedita sulla sua ammirazione per Elvis Presley.

Il post Instagram di Jimmy Page: tributo a Elvis Presley

In un recente post su Instagram il versatile e innovativo chitarrista dei Led Zeppelin, Jimmy Page, ha voluto condividere una storia per rendere omaggio all’immortale Elvis Presley. L’aneddoto risale al 1998 e si intreccia ad un tributo entusiasta e commovente di Page, che ritiene Presley un genio visionario che è stato in grado di cambiare letteralmente il mondo. “In questo stesso giorno, nel 1998, ho suonato a Tupelo, dove Elvis è nato e cresciuto – si legge in calce, nella didascalia della foto – quando non c’erano attrazioni locali oltre ai campi di cotone e a Memphis”.

Elvis Presley nasce in una realtà isolata, emarginata, ai limiti della società. Il punto focale dell’artista è riuscire a trovare ispirazione laddove gli altri non vedono nulla, a cogliere la connessione tra le cose laddove la gente comune si ferma alla superficie. “Quando Elvis è cresciuto deve essere stato abbastanza desolante ma i bianchi e i neri raccoglievano il cotone fianco a fianco e la musica indigena locale fornì il sottofondo a questo duro ambiente – continua Jimmy Page sotto il post omaggio a Presley – e serviva il genio visionario di Elvis per unire queste radici musicali e cambiare il mondo“.

Gli altri omaggi di Jimmy Page, B.B. King

Il chitarrista dei Led Zeppelin, Jimmy Page, non è nuovo a questo tipo di manifestazioni e omaggi. Una settimana fa ha reso il proprio tributo ad un’altra leggenda della musica internazionale, B.B. King. “In questo stesso giorno nel 2004, ho annunciato B.B. King al Polar Music Prize – ha scritto nella didascalia di una foto del grande artista – è stato un onore fare parte di tutto ciò […] B.B. King è stata una figura che ha ispirato generazioni di musicisti, dai suoi contemporanei ai giorni nostri”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.