gtag('config', 'UA-102787715-1');

È morto Eddie Van Halen, leggendario chitarrista di Eruption

Il leggendario chitarrista co-fondatore dei Van Halen e padre della tecnica del Tapping, Eddie Van Halen, è morto il 6 ottobre del 2020 dopo una lunga battaglia contro un cancro aggressivo. Negli ultimi tempi, il chitarrista aveva fatto molto preoccupare le persone a lui vicino, a causa della malattia, che l’aveva costretto ad interrompere ogni sua attività musicale. Sono scorse a fiumi le parole dei suoi familiari riguardo la perdita devastante. Eddie Van Halen lascia dietro di sé un lascito iconico, capace di consacrare la sua figura all’eternità. Il suo apporto sulla comunità musicale moderna è stato profondissimo; essendo stato uno dei chitarristi migliori di tutti i tempi.

Eddie Van Halen è morto al St. Johns Hospital di Santa Monica, questo martedì. A stargli accanto nei suoi ultimi istanti di vita, sua moglie Janie, il figlio Wolfgang e suo fratello Alex, batterista con cui scolpì il suo nome nella leggenda, fondando l’iconica band di Eruption. Sembrerebbe che nelle ultime settantadue ore di vita del chitarrista, le sue condizioni di salute si siano pesantemente aggravate; con i medici che hanno scoperto che il cancro alla gola che l’aveva attanagliato per tanto tempo, aveva raggiunto il cervello e gli altri organi vitali.

Eddie Van Halen fondò la band con suo fratello, a Pasadena, nel 1972. Ad assisterlo sin dalla prima ora, Michael Anthony al basso e David Lee Roth alla voce. Il contributo di Eddie alla chitarra moderna è vastissimo. Il suo stile continua ad influenzare migliaia di chitarristi, a prescindere dal loro livello tecnico. Il lascito dei Van Halen rimarrà, sicuramente, indimenticato. Il mondo della musica, le persone a lui care e i suoi milioni di fan in tutto il mondo hanno subito uno shock profondissimo nell’apprendere la notizia.

Il post del figlio di Eddie Van Halen che ne ha annunciato la scomparsa

A riportare la notizia, in primo luogo, il giornale statunitense di TMZ. Pochi minuti fa, però, uno straziante post sul profilo Instagram di Wolfgang, figlio di Eddie, ha accertato la veridicità dei fatti. Su Instagram, Wolfgang scrive: “Non posso credere di ritrovarmi a scrivere ciò, ma mio padre, Edward Lodewijk Van Halen, ha presto la sua tortuosa e lunghissima battaglia contro il cancro questa mattina. Lui è stato il miglior padre che potessi desiderare. Ogni momento trascorso con lui dentro e fuori dal palco è stato un dono per me. Il mio cuore è a pezzi e non credo che mi riprenderò mai dalla perdita. Ti amo tanto, Pop”.

Eddie Van Halen è stato il fautore di una rivoluzione sonica fuori dal comune, grazie al suo approccio unico allo strumento. Non solo, il suo carisma sul palco, rendeva la sua figura immensa; travolgendo di adrenalina esplosiva le platee oceaniche per le quali il gruppo era arrivato ad esibirsi durante i suoi anni d’oro. Eddie Van Halen mancherà a tutti; non solo per le sue doti innate, ma per la bontà d’animo che lo contraddistingueva e che le parole di suo figlio testimoniano.

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.