Motley Crue, Nikki Sixx risponde alle accuse su Vince Neil

Non tutte le band vanno d’amore e d’accordo e avere in comune una passione grande come la musica non basta per acquietare i dissapori e le divergenze che ci sono fra i diversi gruppi.

Nikki Sixx manda a quel paese gli Steel Panther

Il bassista dei Motley Crue Nikki Sixx non ha certo problemi a dire quello che pensa, sopratutto se qualcuno dice qualcosa di sbagliato contro uno dei suoi compagni di band. Sixx ha avuto da ridire su una dichiarazione piuttosto ironica di Michael Starr, il cantante degli Steel Panther, che in una recente intervista a Little Punk People ha scherzato dicendo che se avesse potuto riportare indietro un musicista dai morti, quello sarebbe stato Vince Neil. Sixx non si è comportato gentilmente, definendo i membri della band “stronzi”.

Quando agli Steel Panther è stato chiesto di giustificare questa risposta, hanno affermato che ovviamente in realtà sanno che Vince è vivo ma il ragazzo che c’era dentro di lui una volta è morto. Nikki Sixx non l’ha presa per niente bene pur sapendo che gli Steel Panther sono una band comica. Inoltre secondo il chitarrista Satchel, i Motley Crue hanno odiato a lungo gli Steel Panther.

Ci sono band che odiano il nostro coraggio … Abbiamo fatto un tour qualche anno fa con i Def Leppard e i Motley Crue. I Def Leppard, ci hanno portato in tournée. Era un tour nell’arena nel Regno Unito e ci adoravano – è stato così bello. I Motley Crue invece ci odiavano. Volevano ucciderci. [Ride] Ogni notte volevano ucciderci”.

Probabilmente l’odio ormai decennale per questa band ha spinto Sixx ha rispondere in modo piuttosto offensivo:

“Il cantante dei Steel Panther – ha affermato Nikki Sixx – può andare a farsi fottere da solo … una band di wanna-be che offende Vince Neil? – ha poi aggiunto Ecco perché sono degli stronzi che pugnalano alle spalle“.

Gli Steel Panther hanno poi parlato anche del batterista Tommy Lee:

“Ci hanno parlato come una volta per tutto il tour. Tommy Lee … non so perché ci odia così tanto. Ascolta, io volevo essere loro amico. – continuano gli Steel Panther – Penso che forse Tommy Lee si senta come se lo prendessimo in giro personalmente. Ma ci stiamo solo divertendo … Un giorno forse Motley Crue saranno nostri amici ma penso che a Tommy Lee piacerebbe se uno di noi venisse da un autobus. [Ride]”

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)