gtag('config', 'UA-102787715-1');

Noel Gallagher rivela l’ultima cosa che gli ha detto George Michael prima di morire

Noel Gallagher ha il suo bel da fare ultimamente con le solite frecciatine – alternate a proposte di pace – che lo vedono coinvolto con il fratello Liam. L’ex Oasis infatti, è stato invitato dal cantante a bere una birra e a cercare di risolvere le cose tra loro, per il bene della madre. Noel non sembra intenzionato in alcun modo a sotterrare l’ascia di guerra, tanto più che è convinto faccia tutto parte di una mossa commerciale di Liam per rimettere insieme gli Oasis. Ma se del fratello non ha sicuramente un’opinione positiva, ci sono altre persone che occupano un posto speciale nel suo cuore. In un’intervista con Matt Morgan, Gallagher ha condiviso il suo ultimo ricordo di George Michael e ha rivelato l’ultima cosa detta dall’iconico cantante prima di morire.

GEORGE MICHAEL: BIOGRAFIA E CARRIERA

George Michael nasce all’anagrafe come Georgios Kyriacos Panayiotou, il 25 Giugno 1963. Si costruisce una prolifica e influente carriera come compositore, cantante e produttore discografico di pop, soul e rhythm and blues. Ancora oggi George Michael rimane uno degli artisti britannici di maggior successo con oltre 110 milioni di dischi venduti –  e molto conosciuto anche negli States.

Fa il salto nel mondo della musica come membro degli Wham! salvo poi avviare una fortunata e iconica carriera solista con l’album Faith. Per anni si dedica essenzialmente a esibizioni live e concerti dal vivo di cover di altri artisti. In quel periodo infatti è coinvolto in seri problemi legali con la propria etichetta e attraversa una profonda crisi personale – data gli scandali legati alla sua omosessualità.

IMPEGNO SOCIALE

George Michael – come molti altri esponenti del mondo dello spettacolo e della musica – è stato particolarmente attivo dal punto politico e sociale. Nel 1984 ha aderito al progetto Band Aid, per debellare la carestia in Etiopia. Oltre questo, il cantante ha donato all’associazione di beneficenza i diritti del suo grande successo Last Christmas. Nel 1985 – accanto ad Elton John – si è esibito al Live Aid. E nel 1988, in occasione del Mandela Day ha cantato tre canzoni di artisti di colore ai quali era particolarmente legato. Sexual Healing di Marvin Gaye; Village Ghetto di Stevie Wonder; If You Were My Woman di Gladys Knight.

IL RICORDO DI NOEL GALLAGHER

Nonostante i vari problemi legali e personali connessi a George Michael, Noel Gallagher ricorda con affetto l’iconico cantante – scomparso il 25 Dicembre del 2016 per arresto cardiaco. In un’intervista con Matt Morgan, l’ex Oasis ha infatti voluto condividere i ricordi che ha con Michael e l’ultima cosa che gli disse prima di morire. “Ero ad una festa a casa sua una notte, e c’era un sacco ci movimento nel giardino sul retro mentre noi stavamo in questa stanza con il dj – ricorda il fratello di Liam Gallagher[…] io ero stato lasciato dietro una porta di quercia. E stavo per andarmene quando entra George”.

Noel Gallagher continua a parlare a Morgan di quell’ultimo party assieme al compianto cantante. “Non mi ha visto. Ero dietro la porta e lui è entrato perché qualcuno stava suonando una sua canzone – racconta l’ex Oasise George è entrato ballando come George Michael. L’ultima cosa che mi aveva detto è stata “Ci vediamo dopo, amico”!. 

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.