gtag('config', 'UA-102787715-1');

Paul McCartney, la sfortunata canzone con Freddie Mercury e i Queen

Anche oggi torniamo a parlare di una delle tante occasioni mancate che costellano il mondo della musica. Una di quelle collaborazioni che sarebbe potuta diventare leggenda ma che nella realtà non si è mai realizzata. E se i nomi coinvolti nella vicenda sono quelli di Paul McCartney e dei Queen la storia si fa ancor più agrodolce. Scopriamo il segreto nascosto dietro la sfortunata canzone dello storico bassista dei Beatles e della band capitanata da Freddie Mercury.

BUDDY HOLLY, LA STORIA DI UNA LEGGENDA DEL ROCK

A metà degli anni ’80 il mondo di Paul McCartney e quello di Freddie Mercury iniziano a gravitare nella stessa orbita. Quella della passione comune per Buddy Holly, una delle prime autentiche rockstar nella storia della musica. Il suo lavoro ha ispirato infatti moltissimi artisti, oltre ai nostri, come i Rolling Stones, Bob Dylan, Bruce Springsteen e Eric Clapton.

La sua tragica e prematura scomparsa a soli 22 anni – in un incidente aereo nel quale morirono anche Ritchie Valens e Big Bopper – è stata definita come “la prima grande tragedia del rock”. 

PAUL MCCARTNEY, GLI EVENTI IN MEMORIA DI BUDDY HOLLY

La passione e l’ammirazione per Buddy Holly sono appunto la forza propulsiva che porta assieme Paul McCartney e Freddie Mercury. Lo storico bassista dei Beatles organizza spesso eventi per celebrare il mito della rockstar, ai quali il frontman dei Queen partecipa più che volentieri. Il loro rapporto, nato in questa serie di incontri, si consolida ancora di più dopo la partecipazione al Live Aid del 1985.

L’amicizia nascente e il progetto di realizzare duetti con nomi di spicco del panorama internazionale – tra i quali ad esempio Michael Jackson – spingono Paul McCartney a proporre a Freddie Mercury di scrivere una canzone assieme.

LA PROPOSTA DEL BASSISTA DEI BEATLES AL CANTANTE DEI QUEEN

Stando a quanto riportato dal sito Macca.News.Blogspot.com, Paul McCartney avrebbe fatto la sua memorabile proposta nel corso del 1987. Un anno che vedeva Freddie Mercury impegnato su più fronti, sia con i Queen che con la propria carriera solista. Una serie di ipotesi – mai confermate e diffuse principalmente nell’ambiente dei Beatles – attestano comunque il fatto che alla fine non si realizzò nulla.

Ci troviamo di fronte ad una leggenda o all’ennesima occasione mancata del mondo della musica? Comunque stiano le cose, Paul McCartney incise lo stesso quella canzone con il titolo Once Upon a Long Ago, il suo 40esimo singolo. Sicuramente l’idea che il compagno di band di John Lennon, George Harrison e Ringo Starr avrebbe potuto comporre un brano assieme alle leggenda dei Queen è uno scenario molto suggestivo.

FREDDIE MERCURY, LA DIAGNOSI DELL’AIDS

Come detto poco sopra, che la proposta di Paul McCartney a Freddie Mercury sia avvolta dalla leggenda o meno, un dato certo rimane. Nel 1987 infatti il frontman dei Queen non solo aveva molti progetti in ballo ma ricevette la terribile diagnosi, destinata a cambiare la sua vita per sempre.

In quell’anno infatti, il cantante di Bohemian Rhapsody scoprì di aver contratto l’AIDS. Un evento drammatico che porterà alla sua prematura scomparsa il 24 Novembre del 1991.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.