Perchè David Gilmour ha deciso di vendere tutte le sue chitarre?

Quando il chitarrista dei Pink Floyd David Gilmour annunciò di voler mettere all’asta la sua collezione di chitarre, l’intero mondo delle sei corde sussultò. Molti pensavano si trattasse di uno scherzo, ma in realtà è una cosa che stava preparando da un po’:

“A questa cosa ci pensavo da anni in verità. È vero, queste chitarre mi hanno regalato accordi, canzoni e momenti indimenticabili, ma forse anche per loro è giunta l’ora di voltare pagina, di realizzare nuova musica con persone diverse.”

lo storico chitarrista dei Pink Floyd David Gilmour, intervistato recentemente dalla rivista americana Guitar World, ha confermato la sua scelta di mettere all’asta la sua collezione privata di chitarre. Saranno circa 120 gli strumenti che saranno battuti all’asta il 20 giugno presso la sede di Christie’s a New York. L’obiettivo è quello di raccogliere quanti più soldi possibili da poter donare in beneficenza.

Cosa ha spinto David Gilmour a privarsi di tutte le sue chitarre?

Alla domanda “Come è riuscito a farlo?” David Gilmour ha riposto: “La verità è che voglio riuscire a raccogliere un po’ di soldi per i meno fortunati, per cercare di risolvere in minima parte alcuni problemi seri come la carestia. Attraverso la mia fondazione di beneficenza distribuiremo tutto il ricavato a coloro che ne hanno più bisogno. Lo so che è solo una goccia nell’oceanoha continuatoma molte persone potranno trarre beneficio da questa vendita ed è questa la cosa più importante per me.”

La David Gilmour Guitar Collection all’asta

Fra i pezzi pregiati di questo particolarissimo lotto spicca la sua storica Fender Black Strat del 1969, utilizzata dal chitarrista di Cambridge durante le registrazioni di “The Dark Side of the Moon”. E non è tutto: a ingolosire gli amanti del genere figura anche la Stratocaster bianca del 1954 con il numero di serie #0001, usata durante le registrazioni di “Another Brick in the Wall” (parte 2).

Secondo la stima degli esperti la cifra di queste chitarre si aggira intorno ai 100-150 mila dollari, mentre altri modelli “meno pregiati” potrebbero essere battuti all’asta per una “modica” somma di 30 mila dollari.

David Gilmour: razionale o sentimentale?

A fine intervista il chitarrista si è soffermato sull’aspetto sentimentale e razionale della cosa: “Quando ero solo un ragazzo avevo un sogno: quello di possedere una Fender Stratocaster. Finalmente ne acquistai una e fu davvero meraviglioso. In un certo senso continuo a idolatrare la Stratocaster e anche altre chitarre, ma sotto un altro punto di vista li considero semplicemente strumenti del mestiere. In ogni caso una ventina di chitarre credo le terrò per me.” Gilmour appare in un primo momento molto razionale, ma quando inizia a parlare della sua amata Fender Black Strat si lascia trasportare dai sentimenti: “La mia Black Strat è unica, non riuscirei mai a raggiungere certe prestazioni con una qualsiasi altra chitarra”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)