gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni più romantiche della PFM

La Premiata Forneria Marconi – o più semplicemente PFM – è una delle realtà musicali più importanti del territorio italiano. Una formazione capace di imporsi nel genere del progressive rock e di esportarlo anche a livello internazionale, soprattutto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Accostata stilisticamente a band del calibro di Genesis, King Crimson e al lato progressive dei Pink Floyd, è riuscita a evolvere il proprio sound e il proprio assetto musicale con il passare degli anni, continuando a produrre grandi lavori. Vediamo oggi le canzoni più romantiche della PFM.

DA QUELLI A KREL, STORIA ED EVOLUZIONE

La Premiata Forneria Marconi ha origine dalla naturale evoluzione della band Quelli, un quintetto che si era fatto conoscere e apprezzare a partire dalla seconda metà degli anni ’60. Il punto di forza del gruppo era la preparazione tecnica e strumentale dei suoi componenti. La svolta per Franz di Cioccio e soci avviene alla fine di quel periodo quando, soprattutto in ambiente anglosassone, inizia a svilupparsi il genere del progressive rock.

Una forma musicale che richiedeva la presenza di strumentisti eccezionali. Musicisti capaci di comunicare con la musica e non solo con le parole. Nel 1970 Quelli – che nel frattempo avevano cambiato nome in Krel – abbandonano la forma della canzone e passano a composizioni più elaborate e progressive.

LA NASCITA DELLA PREMIATA FORNERIA MARCONI

Il passaggio da Krel a Premiata Forneria Marconi viene reso possibile soprattutto dall’incontro con il flautista Mauro Pagani. Con lui i Krel iniziano a guardare a band del calibro di King Crimson e Jethro Tull, apprendendo da loro virtuosismo e dedizione all’improvvisazione. Dopo essere passati ad una nuova etichetta – l’indipendente Numero Uno, fondata da Lucio Battisti, Mogol e altri – si trovano costretti a cambiare anche nome.

Viene scelto Forneria Marconi dal nome di un negozio in provincia di Brescia, al quale aggiungono Premiata. La PFM inizia a farsi conoscere come band di supporto, in Italia, di grandi formazioni internazionali come Yes e Deep Purple. Nel 1971 infine, debutta con il singolo La Carrozza di Hans/Impressioni di Settembre, seguito l’anno successivo dall’album Storia di un Minuto.

IMPRESSIONI DI SETTEMBRE, STORIA DI UN MINUTO, 1972

Iniziamo questa breve classifica su alcune delle canzoni più romantiche della Premiata Forneria Marconi con Impressioni di Settembre, primo singolo del gruppo che anticipa l’album di debutto Storia di un Minuto. Sul lato A del singolo si trova invece La Carrozza di Hans, divenuto celebre dopo la vittoria al Festival di Avanguardia e Nuove Tendenze.

Impressioni di Settembre venne scritto da Franco Mussida con testo di Mogol e Mauro Pagani. Ad oggi è ancora uno dei brani più celebri della PFM nonché un classico del rock progressivo – genere simboleggiato dal moog, uno strumento basato su un sistema di sintetizzatori a tastiera che la band prese in prestito dall’unico importatore italiano.

DOLCISSIMA MARIA, L’ISOLA DI NIENTE, 1974

Al secondo posto di questa classifica troviamo invece Dolcissima Maria, estratto dall’album del 1974 L’isola di Niente. Ballata che riporta la Premiata Forneria Marconi alle proprie origini e racchiude un messaggio di dolcezza e positività.

La giovane protagonista è invitata a non voltarsi più indietro, ripensando al passato, alle attese o a ciò che non si è mai realizzato. Deve anzi abbracciare un futuro pieno di speranza, poesia e amore. “E qualcuno se vorrai / Vestito di poesia / Ti coprirà d’amore / Senza chiederti di più, / E t’accarezzerà / Dolcissima Maria”.

DOVE QUANDO I/II, STORIA DI UN MINUTO, 1972

Al terzo posto di questa classifica sulla PFM troviamo un altro brano contenuto nell’album di debutto Storia di un Minuto, pubblicato nel 1972. Parliamo di Dove Quando, diviso in due parti sul Lato A e il Lato B del lavoro discografico. Una traccia bucolica che racconta del desiderio di un uomo per la sua donna. La voce di lui, sussurrata e piena di domande, si accorda perfettamente alla melodia del brano. Dove stai? Dove sei? Solo dentro me. Cosa fai? Come sei? Solo come me. Inventarti qua e là è gioco vecchio oramai: bussa già la fretta di te“.

In Dove Quando II la canzone sembra divenire ancora più essenziale e pura, confluendo infine in un momento solo strumentale. Il flauto – che è qui lo strumento guida – porta lo spettatore in un affascinante percorso tra jazz, rock, folk e musica classica. 

MALE D’AMORE, DRACULA OPERA ROCK, 2005

Concludiamo questa breve classifica su alcune delle canzoni più romantiche della Premiata Forneria Marconi con un estratto dall’album del 2005, Dracula Opera Rock. Parliamo di Male D’amore, un brano che parla dell’inevitabilità della sofferenza quando si ama qualcuno. E dell’impossibilità di trovare un antidoto per questo dolore.

Dracula Opera Rock in generale, narra la storia di Dracula visto come un uomo condannato a vivere per sempre, senza poter rivedere e ricongiungersi con la donna di cui è innamorato. L’album del 2005 contiene alcune canzoni estratte dal musical omonimo, scritto dalla Premiata Forneria Marconi in collaborazione con Vincenzo Incenzo. 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.