gtag('config', 'UA-102787715-1');

Phil Collins, La canzone In the air tonight è la storia del suo divorzio

In the air tonight è una delle canzoni più famose della storia della musica rock. Segnò l’esordio di Phil Collins, all’epoca ancora voce dei Genesis, come solista. Non tutti sanno che al di là della grande originalità musicale (che vedremo), si tratta di un brano assolutamente autobiografico, in cui Collins sfoga alcune sue frustrazioni personali.

Il difficile periodo che stava vivendo Collins

Phil Collins scrisse In the air tonight nel 1980 e l’anno seguente pubblicò l’album Face Value che contenne il singolo. Tutto l’album in generale vede riferimenti autobiografici, dovuti al delicato periodo che il musicista stava vivendo. Infatti, appena un anno prima, la moglie chiese il divorzio e lo lasciò da solo nella loro casa. In quel momento di sconforto, Collins cercò come è naturale per un artista consolazione nel suo lavoro e nella sua arte, così iniziò a scrivere una serie di canzoni, tra i quali la famosissima In the air tonight. Il disco tutto risente della condizione psicologica del cantante, una delle tracce più emblematiche riferita al divorzio è sicuramente If Leaving Me Is Easy, che sembra praticamente mostrare la sua incredulità di fronte al fatto che la moglie lo lasci:

I read all the letters, I read each word that you’ve sent to me
And though it’s past now, and the words start to fade
All the memories I have still remain
I’ve kept all the pictures, but I hide my feelings so no-one knows
Oh sure my friends all come round, but I’m in a crowd on my own
It’s ’cause you’re gone now, but your heart, still remains
And it’ll be here if you come again
You see, I’d heard the rumors, I knew before you let me know
But I didn’t believe it, not you,
No you would not let me go
Seems I was wrong, but I love, I love you the same
And that’s the one thing that you can’t take away but just remember.

“In the air tonight” una canzone di vendetta

Arriviamo quindi al più grande successo dell’album. La canzone esprime forte rabbia e rancore nei confronti di una persona, indicata come “Lord”, che non è quindi Dio come molti hanno ipotizzato. Indica qualcuno verso cui il protagonista ha sentimenti estremamente negativi, una persona crudele, descritta con un “ghigno”. Phil Collins canta:

Well if you told me you were drowning, I would not lend a hand
I’ve seen your face before my friend, but I don’t know if you know who I am
Well I was there and I saw what you did, I saw it with my own two eyes
So you can wipe off that grin, I know where you’ve been
It’s all been a pack of lies.

Addirittura, quindi, Collins non salverebbe la persona di cui parla nemmeno se stesse per annegare. In realtà Colins ha spiegato di non intendere questo annegamento come una morte fisica, ma semplicemente come una situazione generica di difficoltà. Un disprezzo ed un desiderio di vendetta fortissimi che vengono espressi anche attraverso la musica: il riverbero della batteria, lodato per la straordinaria tecnica, ha anche l’effetto di esprimere le sensazioni del protagonista. Allora oltre a creare un grande capolavoro, Collins ha usato questa canzone per esorcizzare il suo forte trauma del divorzio.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.