gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd: guarda il video raro della band live nel 1968

Sul canale Youtube dei Pink Floyd, ritroviamo il filmato di una delle loro prime apparizioni televisive, il 29 marzo del 1968. Il programma inglese The Sound Of Change, che si occupava dell’evoluzione culturale nel mondo, raccolse la loro esibizione, intitolandola “Improvvisazione strumentale”. Dallo show, emergono alcune tracce finora inedite e molto rare, incluse nel box set The Early Years 1965-1972. Contenente più di 20 brani inediti e 5 ore di contenuti esclusivi dal vivo.

La clip, in piena linea con gli stili dell’epoca, mostra David Gilmour, Roger Waters, Richard Wright e Nick Mason suonare insieme in studio, le scene si alternano con alcune dimostrazioni artistiche giovanili del tempo. Apparentemente le riprese avvennero in uno studio dalle dimensioni particolarmente ridotte, data la vicinanza con cui la telecamera ha immortalato i Pink Floyd.

Pink Floyd The Early Years: ecco cosa contiene il box set

I Pink Floyd hanno raccolto in un imponente box set da 27 dischi, i primi 7 anni di carriera. The Early Years si sviluppa nell’arco di un decennio, tra il 1962 ed il 1972. Contiene demo, versioni mai rilasciate, registrazioni inedite di concerti, tre lungometraggi e interviste per un totale di 15 ore di materiale audio-visivo, 20 canzoni mai pubblicate e una versione alternativa della colonna sonora del capolavoro di Michelangelo Antonioni Zabriskie Point.

Il tutto, tende a documentare il periodo antecedente alla creazione di The Dark Side Of The Moon. La parte audio comprende 130 tracce, di cui gli inediti ne ricoprono un ammontare complessivo di 12 ore e 30 minuti. nel set è inclusa memorabilia di ogni tipo, da biglietti a poster e annotazioni. Ogni prodotto ricostruito fedelmente nei minimi particolari, a partire dai modelli originali dell’epoca.

La raccolta divisa in capitoli

I dischi sono posizionati in custodie simili ad un libro. Il primo cofanetto ricopre un periodo che va dal 1965 al 1967, denominato Cambridge St/ation. All’interno, è stato racchiuso l’intero periodo relativo a Syd Barrett. Demo, singoli e rarità estratte dalle sessioni d’incisione di A Saucerful Of Secrets e dalle BBC sessions.

Germin/ation è il nome del secondo pacchetto. Si concentra prettamente sul 1968, i primi anni di David Gilmour e l’uscita definitiva di Syd Barrett dai Pink Floyd. La parte video include alcuni stralci della campagna promozionale per Point Me At The Sky e le esibizioni dal vivo nelle TV di molti paesi.

Dramatis/ation contiene il materiale del 1969. Anno di uscita di More e del doppio LP Ummagumma. Contiene le registrazioni effettuate a Londra ed Amsterdam tratte da The Man and The Journey. Sono, inoltre presenti, brani tratti da More, pezzi scartati e video dalle prove di The Man and The Journey.

Devi/ation si concentra, principalmente, sul 1970 e sul periodo in cui i Pink Floyd hanno inciso le canzoni che avrebbero fatto parte della colonna sonora del film Zabriskie Point di Michelangelo Antonioni. I brani sono stati mixati nuovamente, mentre un altro disco è completamente dedicato alla Premiere BBC di Atom Heart Mother, inclusi coro ed orchestra. Infine, viene mostrata una performance dalla durata di un’ora in una TV americana.

Reverber/ation, tratta il periodo di Meddle, proponendo una versione remastered di Echoes ed il concerto dei Pink Floyd con la Compagnia di Ballo di Marsiglia. Obfusc/ation è il sesto capitolo del cofanetto e racconta del periodo in cui il gruppo rilasciò Obscured by Clouds, soundtrack del film La Vallée. Nel box set è, inoltre, incluso, il celeberrimo Live At Pompeii.

Continu/ation è l’ultimo tassello del puzzle. Contiene le BBC sessions del primo periodo, brani appartenenti alla colonna sonora del film The Committee, la soundtrack dal vivo dell’allunaggio del 1969, i tre lungometraggi per i quali i Pink Floyd hanno curato le musiche e riprese dal vivo di concerti e festival.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)