gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, la storia del leggendario incontro con Frank Zappa

Il mondo della musica è costellato di grandi incontri tra rockstar leggendarie. Sodalizi artistici e umani che hanno dato vita ad alcune delle opere o dei momenti più indimenticabili di sempre. Come quello che accadde in Belgio nel Maggio del 1968 e che vide come protagonisti i Pink Floyd di Roger Waters e David Gilmour e l’iconico chitarrista Frank Zappa. Ripercorriamo la storia del leggendario incontro tra quei grandi nomi della musica in questo articolo.

AMOUGIES, L’IDEAZIONE DELLA WOODSTOCK DEL ’68

Prima di scoprire cosa accadde di preciso in quel Maggio del 1968 nel quale avvenne uno degli incontri più iconici della storia della musica, dobbiamo opportunamente contestualizzare la situazione. In quel periodo il rock è costellato di grandissimi nomi, destinati a diventare leggenda. I Beatles hanno appena registrato quello che sarà destinato a diventare Abbey Road. I Rolling Stones hanno gradualmente preso il loro testimone e si stanno facendo spazio nel cuore e nei gusti della popolazione britannica.

In tutto questo sta emergendo anche una nuova band, che fa rock un pò psichedelico e un pò progressive. Parliamo ovviamente dei Pink Floyd che proprio in quegli anni hanno affiancato al proprio frontman Syd Barrett, il chitarrista David Gilmour, e lo stanno lentamente sostituendo.

MONTEREY E WOODSTOCK, GLI ANNI DEI FESTIVAL MUSICALI

Per capire quello che accadde ad Amougies, una piccola cittadina Belga, bisogna fare un ulteriore salto indietro nel 1967. In America si è organizzato il Monterey Festival, passato alla storia per la fenomenale esibizione di Jimi Hendrix, ed è stata così inaugurata la stagione degli eventi all’insegna della pace, dell’amore e delle sostanze stupefacenti. Appena due anni dopo la storia si ripeterà ancora più in grande a Woodstock.

In tutto questo la rivista francese Actuel spinge per organizzare un Festival simile anche lì, in Europa. Le contestazioni e le manifestazioni del ’68 tuttavia rendono difficile la promozione sul territorio nazionale. Così dopo mille contestazioni si decide di spostare il tutto a Amougies appunto, in Belgio. Tra i nomi in scaletta anche quelli dei Pink Floyd e di Frank Zappa.

FRANK ZAPPA, L’APPARIZIONE SUL PALCO CON I PINK FLOYD

Frank Zappa viene invitato al Festival musicale di Amougies non come musicista ma come gran cerimoniere. Il compito del chitarrista sarebbe dovuto essere quello di presentatore ma nessuno si preoccupò del fatto che ad Amougies praticamente nessuno parlasse inglese. La cosa si risolse con Zappa che invece si esibì in svariate jam session con tutti gli ospiti del Festival. Compresi i Pink Floyd di Roger Waters e David Gilmour.

La sera del 25 Ottobre infatti, mentre la formazione di The Dark Side of the Moon si trova sul palco, Frank Zappa li raggiunge e inizia a suonare con loro Interstellare Overdrive. Il batterista Nick Mason avrà a dire a proposito di quel memorabile momento: “Frank Zappa è davvero uno di quei pochi musicisti che possono suonare con noi. – riporta anche Onda MusicaleQuel poco che ha fatto ad Amougies, lo ha fatto con l’atteggiamento giusto. Per la nostra musica e per il modo in cui ci comportiamo sul palco è davvero difficile improvvisare con noi”. 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.