Quella volta che Freddie Mercury incontrò Bono Vox

Nel 1985, durante uno dei più celebri e importanti concerti di sempre, si incontrarono due figure simbolo del mondo del rock. Una di queste era il frontman probabilmente più famoso al mondo in quel momento, voce di una band storica. L’altro era attivo da quasi 10 anni con il suo gruppo irlandese e continua tutt’oggi a suonare e girare il mondo a suon di tour. Il primo era Freddie Mercury dei Queen, il secondo era Bono Vox degli U2.

Rispetto reciproco 
I componenti dei Queen e degli U2 sono sempre stati accomunati da un profondo rispetto reciproco. Bono Vox si è sempre dichiarato un grande fan di Freddie Mercury, tanto da aver inserito una parte del concerto dei Queen al Rainbow Theatre nel videoclip di Window in The Skies. Non contavano per nulla le bagarre nelle classifiche discografiche, i componenti (soprattutto dopo il 1985) erano amici.

LiveAid
L’esibizione dei Queen al LiveAid del 1985 è probabilmente l’esibizione più famosa della storia della band (e di quel concerto). I critici del tempo dissero che l’esibizione di Bono Vox e degli U2 fu anch’essa importante e fu il momento che lanciò la carriera della band. Addirittura, Bono Vox fu talmente bravo quel giorno che rubò la scena al suo stesso gruppo. Nonostante ciò, alcuni criticarono la presenza degli U2 ai posteri (spesso senza un vero e proprio motivo, se non per antipatia verso The Edge e compagnia).

Siparietti comici

Bono ha raccontato di aver conosciuto Freddie Mercury proprio durante il LiveAid. Il frontman degli U2 ha rivelato un simpatico siparietto: Mercury non sapeva se chiamarlo Bo-No o Bon-O. Dopo aver capito come si pronunciasse il suo nome, Freddie se ne andò da Roger Daltrey e Pete Townshend (cantante e chitarrista degli Who), insieme a David Bowie. Insieme discussero sui nuovi cantanti dell’epoca, rei di essere solo degli urlatori e poco dei cantanti. Secondo loro, Bono Vox era un vero cantante, in grado di sostenere bene il palco.

Se avete visto il biopic sui Queen e Freddie Mercury Bohemian Rhapsody, potete notare un cameo degli U2. In realtà si tratta di attori e sosia professionisti e possono essere notati a fianco di Freddie Mercury/Rami Malek appena prima di salire sul palco. Chissà se mai ci sarà un biopic sulla carriera degli U2, al momento è ancora presto però per sapere. In programma c’è film su David Bowie, forse per Bono e co. ci vorrà ancora un po’ di tempo.
Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.