gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che i Metallica cantarono Lucio Dalla (VIDEO)

Nel corso della loro carriera, i Metallica hanno organizzato numerosi concerti in Italia. La band heavy metal originaria di Los Angeles non ha mai nascosto la propria forte passione nei confronti del Bel Paese e ha rivolto numerosi omaggi a riguardo. Ad esempio, in un’occasione ben precisa, il complesso guidato da Lars UlrichJames Hetfield ha riproposto un brano celebre di Lucio Dalla. Non è stata la prima volta, e siamo sicuri che non sarà neanche l’ultima.

Le tante cover italiane realizzate dai Metallica

Nella loro carriera, i Metallica hanno spesso dato vita a cover di brani italiani molto apprezzati dal pubblico nostrano. Alcune performance sono riuscite benissimo, altre un po’ meno, ma il legame a doppio film tra la band rock e la nostra musica non si spezza.

Tutto è iniziato il 10 febbraio 2018 a Torino, quando il quartetto ha scelto di intonare C’è chi dice no, brano storico di Vasco Rossi. L’esibizione non raccolse consensi straordinari grazie ad un italiano stentato e ad un pizzico di approssimazione. Due giorni giorno, la band replicò a Bologna omaggiando Domenico Modugno e la storica Nel blu dipinto di blu. In questo caso, l’esibizione era stata opera di Robert Trujillo (voce e basso) e Kirk Hammett (chitarra). Il 5 agosto 2019, fu la volta di El Diablo dei Litfiba, all’insegna di un audio di livello discutibile e di una pioggia senza fine. Ad ogni modo, abbiamo scelto di concentrarci su un’altra performance diventata storica.

Caruso, un omaggio straordinario a Lucio Dalla e alla nostra musica

Il 14 febbraio 2018, I Metallica erano in scena presso l’Unipol Arena di Bologna e volevano lasciare il pubblico locale a bocca aperta, ancora una volta. I due maggiori appassionati di musica italiana, ossia ancora Trujillo e Hammett, decisero così di intonare una delle canzoni più difficili da riprodurre. Stiamo parlando della memorabile Caruso, pezzo ai limiti della lirica inciso nel 1986 da Lucio Dalla.

Anche in questo caso, la performance ha diviso il pubblico. La maggior parte dei presenti era stata molto felice di aver potuto ammirare un tributo così illustre. Altri, invece, hanno chiesto in maniera piuttosto esplicita ai Metallica di farla finita con cover italiane così poco curate. Ad ogni modo, possiamo considerare l’omaggio come una scelta molto valida, una situazione che ha reso la musica italiana ancora più importante in tutto il mondo.

Una nuova versione orchestrale di Nothing Else Matters

Nel frattempo, i Metallica non si fermano assolutamente. La band metal starebbe lavorando alla realizzazione di una nuova versione di uno dei loro autentici capolavori. Secondo quanto rivelato da Lars Ulrich, il gruppo si sarebbe messo d’accordo con il compositore James Newton Howard per un arrangiamento orchestrale di Nothing Else Matters. Il brano dovrebbe essere utilizzato come colonna sonora di Jungle Cruise, il prossimo film di genere fantasy che sarà prodotto dalla Walt Disney.

Nel frattempo, vi consigliamo di dare un’occhiata al tributo alla musica italiana e a Lucio Dalla che i Metallica hanno rivolto il 14 febbraio 2018, sul palco dell’Unipol Arena di Bologna:

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)