gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che i Radiohead cambiarono una canzone per Kurt Cobain

I Radiohead sono una delle band più originali degli ultimi anni. Più volte elogiati per aver creato un nuovo tipo di musica ed un nuovo modo di fare rock. Oltre alla grande capacità musicale, il contenuto delle loro canzoni è fortemente profondo, introspettivo e a tratti inquietante. Una volta avvenne che i Radiohead per Kurt Cobain modificarono il testo di una loro canzone. Ma in che senso? Cosa avvenne?

The Bends e le nuove sonorità

Partiamo dall’inizio. Nel 1995 esce The Bends, il secondo album dei Radiohead. Viene sempre ricordato in quanto segna l’inizio del cambio di stile della band, che va sempre più verso il rock psichedelico. I Radiohead non si omologano allo stile di quegli anni, ma ne inventano uno nuovo. Fa parte di The Bends uno dei brani più famosi della band, High and Dry. Sfortunatamente, non piace per niente a Thom Yorke che l’ha definita bruttissima e quindi non viene cantata quasi mai. Effettivamente anche se è piaciuta molto, si distacca parecchio dal resto delle canzoni presenti nell’album. My Iron Lung ad esempio è particolarissima: costituisce un esempio di “metacanzone” in quanto di fatto parla di Creep. Viene solitamente considerata il primo momento in cui i Radiohead cambiano sound.

Faith, you’re driving me away
You do it everyday
You don’t mean it but it hurts like hell
My brain says I’m receiving pain
A lack of oxygen from my life support
My iron lung
We’re too young to fall asleep
Too cynical to speak
We are loosing it, can’t you tell?”

Sulk dei Radiohead

Fa parte dell’album anche Sulk, ispirata al massacro di Hungerford, ovvero una serie di sparatorie casuali in Inghilterra, il 19 agosto 1987, quando Michael Robert Ryan, un commerciante, uccise 16 persone e poi si sparò. La curiosità più interessante a proposito di Sulk riguarda il testo: inizialmente doveva recitare just shoot your gun, ma venne modificato a causa della morte di Kurt Cobain che avvenne poco prima dell’uscita. Infatti, il riferimento ad un ragazzo che spara avrebbe fatto pensare troppo a Kurt Cobain, che come sappiamo si uccise proprio con un colpo di pistola.

Sometimes you sulk, sometimes you burn
God rest your soul
When the loving comes and we’ve already gone
Just like your dad, you’ll never change
Each time it comes it eats me alive
I try to behave but it eats me alive
So I declare a holiday
Fall asleep, drift away”. 

Il gesto di rispetto dei Radiohead verso Kurt Cobain

Questo cambiamento al testo potrebbe sembrare un mezzo per non fare una brutta figura, anche se nessuno obbligava i Radiohead a fare ciò. Tuttavia sulla loro stima nei confronti di Cobain non ci sono dubbi, se consideriamo che per ben dieci anni non vollero eseguire Sulk live nei loro concerti. Tennero conto, quindi, per diverso tempo della perdita di una grande rockstar come Cobain.

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.