gtag('config', 'UA-102787715-1');

Red Hot Chili Peppers, la triste storia di Otherside

I Red Hot Chili Peppers sono una band rock in attività dagli anni ottanta che ha avuto un grande successo. Uno dei loro album più famosi è Californication, la title-track è una delle canzoni più conosciute della band. Anche i non fan ne hanno sicuramente sentito parlare. Dall’album sono tratti comunque anche altri brani molto apprezzati, tra i quali spicca Otherside. Sul suo significato tanto ci sarebbe da dire, pochi sanno che Otherside riguarda proprio un pezzo di storia dei Red Hot Chili Peppers. Sembrerebbe dedicata, infatti, ad uno dei membri fondatori della band, Hillel Slovak, scomparso prematuramente a causa di una overdose.

Hillel Slovak e i Red Hot Chili Peppers

Come sappiamo, i Red Hot Chili Peppers furono fondati da tre compagni di scuola: Flea che suonava il basso, il cantante Anthony Kiedis e il chitarrista Hillel Slovak. Quest’ultimo fu quindi fondatore e primo chitarrista della band, prima ancora di Frusciante. Sia Slovak che Jack Irons, il batterista che completò la formazione, avevano però altri progetti paralleli tra i quali la band What Is This? e quando con essa ottennero un contratto abbandonarono momentaneamente i Red Hot. Successivamente Slovak rientrò. In totale pubblicò due album con loro: Freaky Styley e The Uplift Mofo Party Plan. Vi sono poi anche due album in cui è presente qualche traccia suonata da lui, una cover di Fire di Jimi Hendrix. Hillel Slovak morì improvvisamente per overdose di eroina. I suoi compagni di avventura erano già preoccupati per la sua dipendenza e avevano provato insieme con la famiglia a farlo disintossicare, così come con Kiedis, che aveva una dipendenza anche più grave ed esplicita. Purtroppo, Slovak perse la vita.

Otherside e la dedica a Hillel Slovak

I Red Hot Chili Peppers non hanno comunque mai smesso di pensare a lui. Lo stesso John Frusciante, che lo sostituì, ha sempre dichiarato di essere un suo grande fan e di ispirarsi a lui. Per quanto riguarda Flea, ha dichiarato che lui è sempre nel suo cuore. Numerosi sono i riferimenti a Slovak nelle canzoni della band, possiamo vederne anche in Otherside. In generale la canzone parla di problemi di droga e sicuramente fa riferimento alla lotta che gli stessi membri dei Red Hot combattono continuamente contro la dipendenza, a partire dal già citato Kiedis fino allo stesso John Frusciante. Tuttavia è palese un riferimento anche alla morte di Hillel Slovak, soprattutto in un passo:

“I heard your voice through a photograph
I thought it up and brought up the past”.

Infatti, significa proprio Ho sentito la tua voce attraverso una foto, ci ho pensato e mi ha riportato al passato. Nel testo così come nel video ufficiale sono numerose anche le citazioni artistiche, come quella al Cubismo, visto che la “separazione” fisica è molto presente.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.