gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le rockband più famose ma più “odiate” di sempre

La fama e la notorietà non vanno necessariamente di pari passo con l’affetto del pubblico. Sebbene molte rockband abbiano prodotto lavori discografici immortali e brani leggendari, hanno spesso dovuto affrontare ondate di odio da parte dei propri fan. Le critiche addossate loro si sono dimostrate di duplice natura. Ci sono stati gruppi che erano odiati nei primi anni della loro carriera e poi si sono conquistati l’affetto dei fan. E gruppi che, venerati nei loro tempi d’oro, hanno perso quota con i lavori più recenti. Andiamo alla scoperta delle rockband più famose ma anche più “odiate” di sempre

EAGLES

Anche chi non fosse esperto della musica e della discografia degli Eagles, avrà sicuramente sentito una canzone di questa band statunitense. Ovviamente parliamo di Hotel California, un classico del rock e una delle tracce più iconiche e distintive della storia. Sebbene gli Eagles abbiano emozionato intere generazioni ed evocato i grandi paesaggi americani, all’interno della band non vigeva certamente la stessa armonia presente nelle loro canzoni.

Le voci su dissidi, contrasti e pugnalate alle spalle all’interno della band, non hanno fatto altro che raffreddare  e lentamente allontanare anche l’affetto del grande pubblico.

GENESIS

La presenza di una band innovativa e pionieristica come i Genesis in questa classifica potrebbe far storcere il naso. Eppure la formazione ha subito un forte contraccolpo non tanto dovuto alla sua musica, quanto al cambio di guardia dietro il microfono. Dopo l’uscita di scena di Peter Gabriel e l’avanzamento di Phil Collins dalla batteria al centro del palco, la fanbase dei Genesis si è decisamente spaccata.

Per quanto i brani e i testi abbiano continuato ad allinearsi sul sound classifico della formazione, buona parte dei fan e del pubblico si sono trovati a discutere su quale frontman fosse migliore. Ancora oggi, non sono pochi colore che si chiedono: Peter Gabriel o Phil Collins?

AEROSMITH

Altra band conosciutissima, altra caduta di stile agli occhi dei fan. L’abbassamento delle quote per quanto riguarda gli Aerosmith va ritrovato nel loro ritorno degli anni ’90. Ai tempi della loro nascita e scalata al successo, la formazione di Steven Tyler era sicuramente una delle più grintose ed eccessive del panorama del rock. Con suggestioni proveniente dai Led Zeppelin e dai Rolling Stones, ma con un’anima personale ed unica, gli Aerosmith erano riusciti a conquistarsi milioni e milioni di fan.

Ma dopo il loro ritorno sulle scene, buona parte del pubblico si è chiesta che fine avesse fatto lo sporco e la crudezza dei primi lavori discografici.

U2

Quando si arriva agli U2 il problema diventa ancor più difficile da risolvere. Sebbene la band sia stata una delle più importanti e influenti degli anni ’80, non sono pochi quelli che hanno difficoltà ad accettare Bono Vox e soci all’interno del grande gruppo delle classiche rockband.

Tanto più che, i progetti paralleli degli U2 – come i tanti eventi di beneficenza e solidarietà – hanno aumentato agli occhi del pubblico il presunto egocentrismo e la pomposità della formazione irlandese.

KISS

Concludiamo questa breve classifica su alcune delle band più famose ma anche più odiate di sempre con i Kiss di Gene Simmons.

Sebbene sia giusto riconoscere alla band delle buone idee nella fase iniziale della propria carriera, nel tempo i fan hanno iniziato a vedere nei loro beniamini solo un prodotto commerciale costruito ad hoc. In effetti i Kiss sono riusciti a costruirsi nel tempo un brand internazionale e proficuo, trasformando se stessi e la loro musica in nome del merchandising.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.