gtag('config', 'UA-102787715-1');

Scorpions, il significato del brano “Still Loving You”

Gli Scorpions sono una band tedesca che produce principalmente heavy metal. L’inizio della loro carriera risale agli anni Sessanta, mentre il successo toccherà l’apice nel decennio Ottanta- Novanta. Gli Scorpions sono stati influenzati da band come i Deep Purple e i Led Zeppelin. Hanno avuto anche la capacità di influenzare moltissimi gruppi, soprattutto quelli connazionali, lasciando dunque un po’ di loro in diversi gruppi. Uno dei loro brani, intitolato “Still Loving You” è ad oggi considerato oggi uno dei pezzi caratterizzanti per il profilo della band. Il successo è inoltre dovuto alla grande distribuzione che vi fu dell’album, Love at First Sting. Ecco il significato dei uno dei brani più importanti per e della band Scorpions: “Still Loving you”. 

Love at First Sting

Love at First Sting è il nono album prodotto in studio dagli Scorpions. Vanta, inoltre, il fatto di essere uno dei primi dischi di genere Hard Rock ad essere registrato in digitali. La composizione musicale dunque, fu tradotta in segnale digitale. Fu registrato fra il 1983 e il 1984 e quando venne pubblicato raggiunge diverse vette, soprattutto negli Stati Uniti, dove ha raggiunto il doppio disco di platino nel giro di un anno. Sono contenute all’interno di questo album oltre alla citata “Still Loving You” la traccia “Rock you Like an Hurricane” e “Big City Nights”. 

 

Il Significato di “Still loving you” degli Scorpions

Qual è il significato di questo pezzo? Innanzitutto si tratta di una ballata sentimentale ed è stata scelta come secondo singolo da estrarre dall’album. Chiaramente si tratta di una canzone d’amore dedicata ad una donna, alla quale si chiede un’altra possibilità. Secondo un’intervista rilasciata dal chitarrista degli Scorpions, Still Loving you ha avuto una genesi molto travagliata, perché dopo essere stata composta, purtroppo, risultò molto difficile da poter inserire in un album. Ci sono voluti infatti quasi sei anni prima di riuscire a trovarle un contesto adatto. Costruita secondo un crescendo, racconta la cara vecchia storia: un nuovo inizio, una nuova possibilità. Con la consapevolezza che occorrerà tempo, si uccidono tutte quelle cose che hanno fatto male a quell’amore. La speranza è quella di poter ripercorrere insieme il loro stesso cammino, verso un finale diverso. E’ un po’ la storia di tutti, della maggior parte delle relazioni. C’è l’orgoglio ferito, la necessità di avere più tempo e il desiderio di risanare ogni ferita. Che la sua pubblicazione sia stata molto travagliata – visti i tempi- è impossibile da negare, così come l’effetto che avuto e continua ad avere.

 

Share

Maria Geraci, 1999. Laureata in lettere moderne e studentessa magistrale di letteratura, filologia e linguistica italiana. Appassionata di rock, grunge e cantautorato. Ferrata nella stesura di articoli e aspirante scrittrice. (mariageraci9@icloud.com)