gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slash, ecco perché amo gli Aerosmith

Slash è sicuramente uno degli artisti più distintivi e iconici del panorama musicale internazionale. Anche chi non lo avesse mai sentito suonare, da solo o con i Guns N’ Roses, lo riconoscerebbe a chilometri di distanza. Questo perché oltre ad avere uno stile che ha fatto la storia, trasformandolo in una vera e propria icona, è anche stato capace di imporsi come figura di spicco a 360°. Il compagno di band di Axl Rose ha spesso detto la sua sulla musica, i colleghi artisti e le derive contemporanee del rock, rimanendo sotto la luce dei riflettori. Scopriamo in questo articolo cosa disse degli Aerosmith e del motivo per il quale ama la band di Steven Tyler e Joe Perry.

SLASH: TRA VELVET REVOLVER, GUNS N’ ROSES E MYLES KENNEDY

Slash è sicuramente uno dei musicisti e chitarristi più apprezzati nell’ambiente della musica e del rock. E la sua carriera densa di riconoscimenti e collaborazioni importanti lo dimostra. Ovviamente il suo nome è legato principalmente a quello dei Guns N’ Roses, nei quali è tornato a suonare nel 2016 accanto a Axl Rose e Duff McKagan. Tuttavia negli anni Slash ha anche collaborato assieme a vari artisti internazionali.

Chiusa l’avventura con i Guns nel 1996, il chitarrista iniziò ad essere richiestissimo da musicisti del calibro di Michael Jackson, Eric Clapton, Iggy Pop e Alice Cooper. Ma sul finire degli anni ’90, iniziò la sua avventura musicale più importante dopo quella con la band di Paradise City. Tre quinti dei Guns N’ Roses si ritrovarono in una band chiamata Velvet Revolver, capitanata dal cantante degli Stone Temple Pilots, Scott Weiland. Negli ultimi anni ha inoltre iniziato a collaborare con il frontman Myles Kennedy e con i Conspirators.

VELVET REVOLVER, L’INTERVISTA ALLA BAND CON SLASH

Nel 2005 Slash venne intervistato dal magazine Classic Rock proprio assieme ai Velvet Revolver. Nel corso della conversazione tutti i membri espressero la propria opinione su varie questioni musicali. Matt Sorum volle discutere ed individuare il miglior batterista della storia. Scott Weiland si lasciò andare a riflessioni su David Bowie. E Slash infine, volle parlare del suo amore per gli Aerosmith di Steven Tyler e Joe Perry.

Quando il giornalista gli chiese se fossero stati loro la prima band della sua vita, Slash rispose però di no. “Da bambino in Inghilterra sono stato cresciuto con i Rolling Stones e gli Who – ha infatti svelato il chitarrista dei Guns N’ Roseserano le band di mio padre. Erano la cosa più vicina al concetto di anarchia per me all’epoca. Sai, i Beatles erano carini e adorabili. Ma gli Who erano così rumorosi e ti buttavano in faccia quegli accordi potenti”.

SLASH E LE DICHIARAZIONI SUGLI AEROSMITH

Slash prosegue poi la sua intervista per Classic Rock svelando quando scoprì per la prima volta gli Aerosmith. “Quando mi sono trasferito negli States, a 13 o 14 anni, ho iniziato a riscoprire la musica solo per me stesso – ha detto il chitarrista – Andavo dietro ad una ragazza che aveva il doppio della mia età. Quando sono riuscito a andare a casa sua, mi ha fatto sentire Rocks per la prima volta. E quell’album ha stravolto completamente la mia vita”.

Quello di Slash per la musica di Steven Tyler e Joe Perry è dunque un amore istantaneo e fulmineo. “Ho sentito come se fosse stato scritto per me – ricorda il compagno di band di Axl Rose Quando l’ho sentito, ho improvvisamente capito cosa fosse la vita. Era questa cosa urlante, pesante e rumorosa con un groove veramente sexy. Quel disco mi ha parlato”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.