Slash confessa: “Ecco perché ho iniziato a suonare…”

Slash – iconico e leggendario chitarrista dei Guns N’ Roses – ha ormai consolidato una fama unanimemente riconosciuta. Il musicista – oltre ad una florida e prolifica carriera assieme a Axl Rose e soci – è riuscito a ritagliarsi anche una nicchia di pubblico e seguito con un progetto indipendente. Assieme a Myles Kennedy & The Conspirators inizia infatti a essere internazionalmente riconosciuto. Ben prima di diventare chi è oggi, Slash aveva altri programmi per la sua vita. Scopriamo in questo articolo perché il chitarrista dei Guns N’ Roses ha iniziato a suonare.

Living the Dream ft. Myles Kenney & The Conspirators

Lo scorso 21 Settembre 2019, Slash – assieme al cantante Myles Kenney & The Conspirators – ha pubblicato l’album Living the Dream. Il lavoro discografico era stato anticipato dall’attesissimo singolo Drivin Rain. A proposito della sua genesi lo stesso Slash aveva confidato: “La parte di chitarra era davvero forte e da quel momento il brano ha iniziato a prendere forma nella mia testa. […] e Myles ha proposto una gran melodia per accompagnare il riff“. Living the Dream è ormai il quarto album solista di Slash. Il terzo assieme a Myles Kennedy.

Il singolo con Ozzy Osbourne

Oltre ai progetti discografici con Myles Kennedy e quelli assieme ai Guns N’ Roses – di nuovo in pace dal 2016 – Slash ha appena collaborato al nuovo singolo di Ozzy Osbourne. Il Principe delle Tenebre – che uscirà con il nuovo album Ordinary Man a Gennaio 2020 – ha promosso il lavoro con due brani. Il primo Under the Graveyard vede la presenza di Duff McKagan. Il secondo, Straight to Hell – più potente e meno melodico – conta tra le sue fila anche Slash, che aggiunge al pezzo un riff energico e duro.

“Volevo diventare bassista”

In una recente intervista a cuore aperto Slash ha parlato del suo passato e di come abbia iniziato a suonare. Sebbene ormai sia uno dei chitarristi più famosi e rispettati al mondo, da ragazzino non sapeva nemmeno distinguere un basso da una chitarra. “In realtà quando ho iniziato la mia intenzione era quella di suonare il basso – ha confessato il chitarrista dei Guns N’ RosesE’ stato Steven Adler per primo a indirizzarmi verso la chitarra”. L’ex batterista dei Guns – nonché amico di infanzia di Slash – è stato dunque il primo a vedere qualcosa in lui.

“Sono entrato in questa scuola e un insegnante mi ha chiesto se avessi uno strumento – continua il musicista – […] Nel frattempo stava suonando con la chitarra un pezzo dei Cream e io gli ho detto “Ecco è questo ciò che voglio fare”. Quando sono uscito ho comprato una chitarra ed è da quel giorno che la suono”. Slash confessa anche che inizialmente odiava prendere lezioni su nozioni di base – il suo sogno era infatti suonare subito le canzoni dei suoi gruppi preferiti. Il suo primo insegnante tuttavia gli aveva promesso che – se fosse stato costante – gli avrebbe insegnato i pezzi di quelle band. Ed ecco che, dopo aver appreso le basi, Slash iniziò a suonare con Tangerine dei Led Zeppelin. “Dopo un pò di tempo ho smesso di prendere lezioni ed ho iniziato a suonare da solo – conclude il chitarrista – però devo ringraziare il mio maestro [..] grazie a lui ho imparato un sacco di cose, come la differenza tra la pennata in su e in giù, come accordare la chitarra e tanto altro”. 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.