gtag('config', 'UA-102787715-1');

AC/DC, Ascolta la bellissima versione di Thunderstruck con lo stilofono (VIDEO)

Gli AC/DC sono una band così conosciuta che naturalmente sul web proliferano moltissime cover delle loro canzoni. C’è chi predilige una prospettiva più metal in linea con le loro atmosfere hard rock, chi trasforma le loro canzoni in delicate melodie da pianoforte, ecc. Uno dei loro classici più apprezzati è Thunderstruck. Ha tornato a fare sognare i fan con una cover eseguita con lo stilofono, grazie allo youtuber maromaro1337. Vediamo il video!

L’idea Thunderstruck

Thunderstruck è una canzone degli AC/DC, singolo tratto dall’album The Razors Edge. Si tratta di uno dei brani più popolari della band. Un film del 2004 ha preso il nome proprio da questa canzone e racconta la storia di cinque fan del gruppo musicale. Per quanto riguarda il significato di Thunderstruck, Angus Young ha spiegato nell’opuscolo di The Razors Edge:

È iniziato da un piccolo trucco che avevo alla chitarra. L’ho suonato a Mal e ha detto “Oh, ho una buona idea ritmica che starà bene dietro”. Abbiamo costruito la canzone da quello. Ci armeggiammo per qualche mese prima che tutto andasse a posto. Per quanto concerne il testo, era davvero solo un caso di trovare un buon titolo. Abbiamo inventato questa cosa del tuono, basata sul nostro giocattolo d’infanzia preferito ThunderStreak , e sembrava avere un buon suono. AC/DC = Potenza. Questa è l’idea di base.

La versione con lo stilofono

Maromaro1337 è uno youtuber noto per eseguire cover particolari adoperando lo strumento dello stilofono. Questo non è molto conosciuto in Italia, lo adoperano in pochissimi tra i quali Morgan, l’ex leader dei Bluvertigo. Tra le cover più conosciute di Maromaro abbiamo Master of Puppets dei Metallica, pubblicata su Youtube due mesi e che ha ampiamente superato il milione di visualizzazioni. Inizialmente Maromaro eseguiva cover normalissime, poi decidendo di usare lo stilofono ha dato una vera svolta alla sua carriera sul web. Una settimana fa ha quindi pubblicato la cover del brano degli AC/DC, già ampiamente apprezzata. La cosa eccezionale di questa nuova cover è stata che non ha semplicemente usato lo stilofono, ma ne ha adoperati addirittura due in contemporanea, impresa non semplice. A riguardo ha scritto nella descrizione del video:”È stato molto difficile realizzare. La parte principale della chitarra era semplicemente orribile da suonare con lo Stilofono. I riff e gli assoli erano fantastici da suonare, ma dannazione … Era più difficile di quanto sembri”. Si è anche giustificato per i numerosi cambiamenti apportati soprattutto nella parte finale e nell’assolo, ma avendo adoperato lo stilofono, direi che possiamo giustificarlo!

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.