Classici rock anni '80: i più bei pezzi rock di quegli anni

Classici rock anni ’80: i più bei pezzi rock di quegli anni

Classici rock anni ’80: le canzoni più significative

Gli anni ’80 sono stati tra i decenni più significativi nella storia del rock. Secondo molti, addirittura, essi sono stati tra i più importanti di sempre in una storia che, poi, è andata via via scemando di contenuti e qualità. In questo decennio sono state realizzate alcune tra le canzoni più belle e significative nel mondo del rock. Ecco quali sono alcuni tra i classici rock anni ’80 a cui ci riferiamo!

Born In The USA di Bruce Springsteen

Il primo tra i classici rock anni ’80 che prendiamo in riferimento è Born in The USA di Bruce Springsteen. The Boss non poteva utilizzare una canzone più esplosiva e iconica per onorare al meglio il decennio. Era il 1984 e, a distanza di 34 anni, ancora oggi ricordiamo con piacere questo grande capolavoro dello statunitense.

Radio Ga Ga dei Queen

Di canzoni importanti dei Queen in questi anni ce ne sono state tante: basti pensare, ad esempio, ad Under Pressure – realizzata dalla band britannica con David Bowie – del 1981. Una delle più rappresentative dei classici rock anni ’80, però, è sicuramente Radio Ga Ga. Per capire l’importanza di questa canzone nella storia della musica basti pensare a chi ha scelto, prima di diventare una delle icone più famose al mondo, il proprio pseudonimo proprio grazie a questa canzone.

Sweet Dreams degli Eurythmics

Prima gli Eurythmics, poi Marylin Manson. Il risultato è una delle canzoni più celebri e rappresentative degli anni ’80. Da un lato la ventata new wave e synth pop del 1983, dall’altro il riadattamento più cupo e “mansoniano” del Reverendo, che ha anche parzialmente modificato anche il testo per adattarlo alle sue esigenze. E voi, quale preferite tra le due versioni?

Should I Stay or Should I Go dei The Clash

Cambiando perentinamente genere musicale, cultura e struttura realizzativa, passiamo dalla new wave al punk puro dei Clash. Sono in molti a considerare questi ultimi alcuni tra i più grandi esponenti della scena punk (probabilmente i migliori insieme ai Ramones). E’ del 1982 il capolavoro della band: Should I Stay or Should I Go.

Sweet Child O’ Mine dei Guns n Roses

Arriviamo a una delle band più amate e rappresentative del fine secolo scorso, i Guns N’ Roses. Considerando che l’album di debutto della band, Appetite for Descruction, è stato pubblicando nel 1987, possiamo fare due considerazioni: la prima è che quello dei Guns è stato un colpo di coda degli anni ’80 (di fatto siamo più vicini, anche dal punto di vista culturale, al decennio successivo); la seconda è che l’intero album può essere annoverato tra i classici rock anni ’80. Come rappresentativa dell’album abbiamo scelto, per gusto personale, Sweet Child O’ Mine.

Purple Rain di Prince

Il mondo musicale e non solo ha subito un drastico cambiamento a partire dal 1984; questa data non è casuale, ma la si fa coincidere con la pubblicazione del singolo dei singoli: Purple Rain di Prince. E’ la canzone più rappresentativa del cantautore statunitense, con la quale l’artista ha conquistato il mondo e – almeno per un attimo – l’ha fatto suo.

Another Brick In The Wall

Non siamo proprio negli anni ’80, ma si può fare l’eccezione di considerare, in quel decennio, il capolavoro dei Pink Floyd datato 1979 ed inserito all’interno di Another Brick in The Wall. Spirito rivoluzionario, polemica studentesca, desiderio di libertà e tanto altro ancora: sono questi i temi che vanno a costituire quella grande canzone che è entrata nelle menti di ognuno.

Every Breathe You Take

Ci spostiamo geograficamente e rimaniamo in Europa, sponda tedesca, per Every Breathe You Take. Questo è uno di quei classici rock anni ’80 in grado di rimanere nelle menti e nei cuori di tutti gli amanti del rock e non solo.

Can I Play With Madness

Non si poteva lasciar fuori da questa classifica gli Iron Maiden. L’heavy metal band britannica pone, all’interno di questa classifica, sicuramente un brano antitetico rispetto a quelli che abbiamo visto precedentemente. In effetti la canzone (anche questa più vicina agli anni ’90 che al decennio in corso) parla da un giovane ossessionato da visioni che lo portano ad impazzire.

Livin’ On A Prayer dei Bon Jovi

Ultimo brano di questa speciale classifica dei classici rock anni ’80 è la famosissima Livin’ On A Prayer, dei Bon Jovi. La canzone – che parla di uno sfortunato rapporto tra i due protagonisti, a causa delle difficoltà economiche – è un grande esempio di musica vera e propria: successo, primato in classifica e tutti i riconoscimenti sono stati solo la giusta conseguenza.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.