gtag('config', 'UA-102787715-1');

Depeche Mode, Il significato di Walking in my shoes

I Depeche Mode sono uno dei gruppi musicali più innovativi degli ultimi decenni. Formatisi nel 1980, hanno saputo combinare nel loro repertorio influenze e suoni particolari. Inizialmente molto legati al techno pop, hanno unito a questa componente elettronica altri sound creando uno stile tipico e assolutamente riconoscibile. Ad accrescerne la fama ha contribuito il fascino del frontman, Dave Gahan, capace di eseguire performances dal grande carattere e originalità. La sua voce profonda è diventata ormai iconica, ma naturalmente senza i musicisti non sarebbe mai valorizzata. Martin Gore ha scritto, poi, alcuni tra i testi più belli dei Depeche Mode, che hanno, almeno per quanto riguarda Gahan, Gore e Andy Fletcher mantenuto sempre una grande sintonia. Nella formazione originale per il primo anno trovavamo anche Vince Clarke, sostituito poi da Alan Wilder che comunque rimase nella band per diverso tempo, ma la abbandonò nel 1995 per seguire altri progetti. Non è facile parlare di loro senza accennare all’originalità musicale, ma come detto anche i testi hanno un’importanza. Per questo, oggi parliamo del significato di Walking in my shoes, canzone dei Depeche Mode tratta dal loro ottavo album.

Songs of Faith and Devotion

Innanzitutto Songs of Faith and Devotion, l’album da cui è tratto il brano, è proprio l’ultimo inciso con Alan Wilder. Contiene alcuni tra i brani che sono maggiormente eseguiti dai Depeche Mode nei loro concerti, come ad esempio I feel you. In generale il Devotional Tour, fatto per promuovere il disco, fu un enorme successo. Già dal titolo si può comprendere il filo conduttore di questo disco: la devozione verso qualcuno. Si tratta di un tema molto presente nella discografia dei Depeche Mode, che dedicano spesso, infatti, alla devozione, all’empatia ed alla connessione tra le persone bellissimi brani.

Walking in my shoes dei Depeche Mode

Per comprendere il reale significato di Walking in my shoes dobbiamo sapere una cosa banale sulla lingua inglese. Mentre in italiano noi siamo soliti dire “Mettersi nei panni di qualcuno” per indicare il fatto di provare a comprendere cosa prova l’altro, in inglese si dice “Camminare nelle scarpe di qualcuno”, da qui Walking in my shoes dei Depeche Mode con il suo significato profondo. Sostanzialmente, collegandosi al tema dell’album, il brano vuole mostrare il desiderio del protagonista di essere compreso senza però sentirsi giudicato per quello che è. Chiede quindi alla persona con cui sta parlando, probabilmente la donna amata, di comprenderlo cercando di mettersi nei suoi panni. Un vero inno all’empatia questo testo che, si unisce ad una melodia coinvolgente e che, come spesso accade con la musica di questa band, ti trasporta in un altro mondo.

Il video ufficiale

La canzone è molto celebre anche grazie al video ufficiale, che è uno dei più famosi dei Depeche Mode, secondo forse solo a quello di Enjoy the silence. Il video è in bianco e nero ed ha diverse immagini inquietanti, al centro di tutto c’è come sempre Dave Gahan, ma vediamo anche una coppia di amanti. Vanta diverse citazioni colte, come ad esempio quelle alla Divina Commedia di Dante. In tal senso da questo video si può dedurre altro riguardo al significato del brano. Ad esempio l’idea del peccato e della possibilità di comprensione anche di questi errori, che rimanda alla fede citata nel titolo dell’album.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.