gtag('config', 'UA-102787715-1');

Ecco qual è la canzone più gettonata tra gli innamorati

Nel corso dei secoli sono state composte milioni di canzoni e scritte milioni di poesie. Gli argomenti ovviamente sono stati molteplici, ma è innegabile che il più ricorrente sia l’amore. Questo sentimento è di sicuro quello più citato nel corsi dei secoli, esplorato in tutte le sue sfaccettature, dall’amore carnale a quello per dire, dal romantico al platonico. Prendendo in considerazioni soltanto le canzoni scritte a partire dallo scorso secolo, gli organizzatori del “National Year Of Reading” si sono chiesti quale sia la canzone che meglio descrive la condizione degli innamorati.

Le canzoni in classifica

Prima di svelare quale sia il brano ad essersi posizionato in vetta alla classifica, scopriamo quali siano quelle ad essersi piazzate ai primi posti. La seconda classificata risulta così essere “I Will Always Love You”, nella versione che Whitney Houston registrò per il film “Bodyguard” del 1992, che la vedeva protagonista al fianco di Kevin Costner. Il brano era stato registrato originariamente da Dolly Parton nel 1974, ma la versione di Whitney è senz’altro la più celebre e risulta in oltre essere il singolo più venduto da un’artista femminile, con più di 16 milioni di copie.

Una canzone per ogni situazione

In classifica troviamo poi “Everybody Hurts” dei Rem, considerata la canzone più tranquillizzante nei momenti di maggiore depressione. Quando si è giù di morale è invece comune l’ascolto di “Bridge Over Trouble Water” di Simon and Garfunkel. “Love Is All Around”, nella versione dei Wet Wet Wet, cover dei Troggs, si rivela invece essere la più adatta per i matrimoni. Anche i Queen nella lista con “Don’t Stop Me Now”, adatta per chi cerca motivazione e carica.

“Can’t Help Falling In Love” di Elvis Presley

La canzone che invece è in vetta alla classifica è una delle canzoni d’amore più famose di sempre. Stiamo parlando di un brano che Elvis Presley registrò originariamente per la colonna sonora del suo film del 1961 “Blue Hawaii” e che poi avrebbe usato nel corso degli anni ’70 come chiusura dei suoi show: “Can’t Help Falling Love”. La canzone è spirata al brano del XVIII secolo, “Plasir D’amour”, composta nel 1785 da Jean-Paol-Ègide Martini su parole di Jean-Pierre Claris De Florian.

“La musica centrale nella vita delle persone”

Nel corso delle interviste effettuate a 4000 persone è emerso che il legame con un brano si stabilisce tanto più si conosce il testo della stessa. Honor Wilson Fletcher, direttore del “National Year Of Reading”, ha dichiarato: “La cosa che ci ha sorpresi in questo sondaggio, è quanto la musica sia centrale nella vita delle persone. Che tu abbia 18 o 65 anni, la musica provoca in te forti emozioni!”. Parole che risultano ancor più significative oggi che, a causa dell’emergenza corona virus, il mondo della musicasi trova in grande difficoltà.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com