gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, quella volta che si infuriò con Michael Jackson

Freddie Mercury e Michael Jackson. Due artisti incredibilmente importanti nel mondo della musica. Uno come frontman dei Queen e straordinario cantante dalla presenza scena memorabile (vedi LiveAid del 1985). L’altro definito come Re del Pop, anche se la sua carriera fu estremamente variegata (dal funk alla R/B ad alcuni pezzi puramente rock). Oggi vi parliamo di quella volta che Freddie Mercury si infuriò con Michael Jackson dopo che quest’ultimo aveva fatto qualcosa di bizzarro

La collaborazione

Sapevate che Freddie Mercury e Michael Jackson hanno collaborato per scrivere alcuni canzoni? L’ex frontman dei Queen aveva appena terminato il tour di promozione per Hot Space (siamo nel 1983) e, insieme al suo collaboratore e assistente, si recò nella casa di Jackson.

Similmente a come accadde con la collaborazione con David Bowie (ossia solo a scopo musicale), i due registrarono ben 3 pezzi. Il primo, scritto da Freddie nel 1981, era chiamato There Must Be More to Life Than This, gli altri due (duetti) furono State Of Shock e Victory. Questi ultimi due pezzi verranno pubblicati nell’album Victory del 1984 dei Jacksons 5, gruppo di origine di Jacko che aveva visto il cantante (ormai avviato solista) ritornare nella precedente band.

L’amicizia

Durante gli anni Ottanta, i due avevano sviluppato una sincera amicizia. Nonostante questo, Freddie Mercury non sempre si dimostrava incline ad accettare qualche comportamento decisamente strano e bizzarro di Jackson. Tanto che, successe una volta nella casa di Jackson a Encino, in California, si arrabbiò pesantemente con il suo amico per un motivo molto preciso.

Il letto per terra

Il cantante dei Queen non riusciva a capire perché, in quella giornata, Jackson avesse un materasso posato a terra nel centro del salotto. Chiese pertanto il motivo per questo materasso in mezzo alla stanza, posato a terra, senza nessuna struttura di sostegno.

Freddie gli disse: “Hai molti soldi, perché non ti compri un letto?” e Michael gli rispose: “Mi sento molto meglio quando sono più vicino alla Terra“. A quel punto Freddie, ironicamente, commentò a sua volta: “Beh, in effetti, quanto ti avvicina di più alla Terra se non hai un letto? Ma siamo di sopra e nemmeno al piano terra“.

Peter, ex collaboratore di Jackson, ha ricordato: “Freddie non riusciva proprio a tenere la bocca chiusa perché proprio nel mezzo del pavimento c’era questo grande materasso che era fatto come un letto“. Mercury non capiva il senso di questa scelta e soprattutto non sopportò la risposta di Michael Jackson. Ecco perché se la prese e se ne andò (fece poi pace con Michael poco tempo dopo).

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.