La “Black Strat” di David Gilmour batte ogni record di chitarre vendute all’asta

La mitica Fender Stratocaster nera di David Gilmour, sua compagna dal 1971, conosciuta come The Black Strat, e protagonista di alcuni tra gli assoli più epici nella storia dei Pink Floyd, nella notte del 20 giugno del 2019 ha battuto ogni record nella vendita di chitarre all’asta. Agli inizi dello stesso anno, il musicista aveva annunciato, e raccontato nel suo podcast, che avrebbe messo all’asta 120 iconici strumenti da lui usati, con lo scopo di donare gioia alle persone, e di raccogliere fondi per cause nobili.

La “Black Strat” di David Gilmour e la sua asta da record

La leggendaria Fender Stratocaster nera del 1969 di David Gilmour, è stata battuta all’asta nella notte del 20 giugno 2019 per l’esorbitante cifra di 3milioni e 975mila dollari (3milioni e 130mila sterline). La chitarra ha contribuito alla realizzazione di pezzi meravigliosi dei Pink Floyd come Comfortably Numb, Money e Shine On You Crazy Diamond. La Black Strat è stata usata dal chitarrista anche durante la sua carriera da solista, la si può sentire negli album About Face, On An Island, Rattle That Rock, e nel suo disco di debutto del 1978 David Gilmour. La Fender, dal lontano 1971, ha subito varie modifiche, sia dal lato tecnico, che da quello estetico.

Queste chitarre mi hanno reso veramente felice“, ha raccontato Gilmour in un’intervista ripresa da NME. “Sono le mie amiche, e mi hanno dato tanta musica. E proprio per queste ragioni, credo che sia giunta l’ora che io me ne separi, così che qualcun altro possa godersele come ho fatto io. Ho avuto tanto tempo con loro, e sono sicuro che con la vendita verranno raccolti molti soldi, che aiuteranno a fare del bene per questo mondo; questa è la mia intenzione“.

La Martin D-35 acustica di David Gilmour, la sua preferita da sempre

Tra i sacri cimeli appartenuti all’artista battuti all’asta, raffigura anche quella che, per lui, rimane la sua chitarra preferita: l’acustica C.F Martin & Company Nazareth 1969 D-35, venduta al prezzo di un milione di dollari. È stato il suo strumento principale in studio fino al 1971. Gilmour ha usato la sua acustica per la scrittura e la pre-produzione di The Dark Side Of The Moon, per l’incisione di Obscured By Clouds e del capolavoro Wish You Were Here.

Nel 2003, Desert Island Discs, programma radiofonico inglese, ha chiesto a David Gilmour quale lusso si sarebbe concesso se gli sarebbe mai capitato di finire da solo e abbandonato. Lui ha risposto: “Beh, per me non si tratta di lusso, ma di una cosa essenziale. Ho bisogno di avere la mia Martin D-35 con me. Perché è impossibile vivere senza una chitarra“.

Share

Rebecca Buzzetti, classe 1996. Diplomata come creatrice d'abbigliamento da donna, studentessa di giornalismo. Da sempre appassionata di musica, in particolare rock, arte, sport (soprattutto hockey), letteratura, disegno e scrittura. Persona estremamente ironica, aspirante giornalista e scrittrice. (rebecca.buzzetti@gmail.com; Instagram: @rebiush)