gtag('config', 'UA-102787715-1');

Linkin Park, Quella canzone dei Foo Fighters che fa impazzire la band

I Linkin Park sono una band poliedrica e particolare. Hanno sperimentato nel corso della loro carriera diversi generi, dal nu metal, all’hip hop al rap. Ci sono, quindi, naturalmente artisti di vario genere che hanno influenzato molto questa band. Tra gli artisti stimati dai Linkin Park si annoverano sicuramente Dave Grohl e i Foo Fighters.

I Linkin Park e l’influenza post-grunge in Minutes to Midnight

Come detto, i Linkin Park hanno sempre sperimentato vari generi, cambiando stile da album ad album. Il loro esordio è avvenuto con un mix di rock, metal e rap, con lo screaming caratteristico del compianto Chester Bennington. Con l’album Minutes to Midnight il loro stile è cambiato fortemente, aggiungendo anche influenze post-grunge. Infatti, hanno spiegato in una intervista a Billboard di voler cambiare sound e allontanarsi dall’etichetta di nu metal, provando qualcosa di nuovo.

“Chiamarci nu metal, ora, per me è come dire ‘fate schifo'”

– Chester Bennington

La stima che unisce i Linkin Park e i Foo Fighters

Una delle band maggiormente stimate da alcuni membri della band sono i Foo Fighters. In particolare Joe Hahn e Chester Bennington pensavano che la loro Everlong fosse una delle canzoni più belle di tutti i tempi. Di recnete, quando Dave Grohl, leader della band, vinse il Best Live Band e Best International Act, ha voluto dedicare questi riconoscimenti proprio al leader dei Linkin Park, Chester Bennington, scomparso a Luglio 2017. Inoltre, a mostrare ancora di più il legame tra Linkin Park e Foo Fighters, Mike Shinoda ha dichiarato che pensare a Dave Grohl lo ha aiutato molto a superare la perdita, come riporta NME. Infatti, entrambi gli artisti hanno dovuto subire la perdita del frontman della loro band: Dave Grohl ha dovuto affrontare la perdita di Kurt Cobain, mentre Shinoda quella di Bennington. Secondo NME Shinoda ha proprio detto:

“Se sono dall’altra parte e vedo qualcuno che sta bene, per esempio Dave Grohl dopo i Nirvana, vederlo realizzare qualcosa e rialzarsi e creare Foo Fighters dal nulla. È un momento in cui vai, in cui può essere fatto, sembra eroico”.

‘Everlong’ la canzone che fece innamorare Chester

“And I wonder
When I sing along with you
If everything could ever feel this real forever
If anything could ever be this good again
The only thing I’ll ever ask of you
You’ve got to promise not to stop when I say when
She sang”.

Everlong, canzone tratta dall’album The Colour and The Shape ha avuto grande successo e popolarità. Inserito in diversi videogiochi e nella colonna sonora del film The wolf of wall street di Martin Scorsese. La canzone è stata scritta da Dave Grohl e sembra parlare di una storia d’amore. Molto conosciuto è anche il video, molto inquietante e particolare, in cui vi sono sia Dave Grohl sia Taylor Hawkins. Questo è un fatto molto curioso, in quanto Hawkins effettivamente non suona la batteria nella registrazione, perché ancora non era entrato nel gruppo. La suona invece Dave Grohl. Interessante nel video è anche il riferimento a Syd Vicious e Nancy Spungen. 

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.