Queen: la canzone più difficile da cantare secondo Adam Lambert

Adam Lambert affianca ormai da tempo i Queen, assistendo il gruppo intento a tenere alta la memoria del grande Freddie Mercury con nostalgia ed umiltà. Il cantante spiega che, per lui, Bohemian Rhapsody non sia la canzone più difficile da portare sul palco, nonostante l’evidente tecnicismo che caratterizza il brano. Lambert aggiunge di aver proposto Bohemian Rhapsody ad American Idol, il talent con cui si è fatto conoscere sulla scena musicale moderna e di non riscontrare particolari difficoltà data l’abitudine del cantante ad eseguire il pezzo.

Durante un’ intervista per il talk show di RuPaul,  Lambert afferma: “Bohemian Rhapsody è un pezzo importante. Who Wants To Live Forever è molto complessa, ma le vere difficoltà arrivano con The Show Must Go On, quel brano mi uccide ogni volta, non si ferma ma, va sempre e solo avanti”.  Successivamente, al cantante sono stati chiesti i metodi con i quali si prende cura della sua voce: “Bevo molta acqua, riposo e, se serve, sto zitto per un’intera giornata. Se tutto questo non dovesse proprio funzionare, allora bevo uno shot di tequila”.

La carriera di Adam Lambert al di fuori dei Queen

In maggio 2019, Adam Lambert ha pubblicato il singolo “New Eyes”, con il quale ha anticipato l’album “Velvet”, uscito a settembre. Il cantante ha spiegato sui social che il suo lavoro sarà diviso in due parti, di cui la seconda, uscirà nel 2020. Il cantante ha composto la prima parte dell’ EP in funzione delle sue influenze dagli anni ’70 e ’80, spiegando che, questa, sia l’opera più introspettiva e, per certi versi, confidenziale, a cui Lambert abbia mai lavorato.

La carriera di Adam Lambert ha, sicuramente, spiccato il volo dopo aver affiancato i Queen. Pur tuttavia, il cantante non ha mai preteso di sostituire Freddie Mercury. Consapevole dell’immensa unicità dello storico frontman, Lambert ha interpretato l’esperienza con i Queen come un modo per crescere e comprendere il suo sound reale. In “Velvet”, traspaiono tutte le influenze che il cantante ha ricevuto nel corso dell’infanzia e dell’adolescenza dalla sua famiglia.

L’album è spinto e adrenalinico, nonostante non manchi una ballata dolce e avvolgente, intitolata “Closer To You”. Nel corso di un’intervista, il cantante spiega come l’apporto della musica di Prince nel corso della sua vita sia stato fondamentale per la riuscita del disco in cui, in ogni caso, compaiono parti pop, glam e rock. Lambert dichiara, infine, quanto sia stato importante per lui inserirsi in un contesto in cui fosse in grado di prendere le decisioni più importanti in termini di produzione, composizione e mastering.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)