gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Phil Collins rovinò il Live Aid dei Led Zeppelin

La storia del rock e, in particolare, dei Led Zeppelin conserva in sé uno dei momenti peggiori che sia mai accaduto, per una combinazione di fattori che hanno portato al sorgere di quella negatività di cui intendiamo parlarvi. Il Live Aid ha rappresentato il momento in cui c’è stata la massima consacrazione dei Queen ma, allo stesso tempo, sono stati tantissimi gli artisti che hanno realizzato esibizioni di grande livello; i Led Zeppelin, invece, in controtendenza hanno dato vita ad una delle esibizioni più disastrose della loro carriera, in collaborazione con Phil Collins. Vi parliamo di quella volta che il batterista dei Genesis rovinò il Live Aid dei Led Zeppelin. 

La morte di John Bonham e lo scioglimento dei Led Zeppelin

Tutti sanno che l’esibizione al Live Aid per i Led Zeppelin è avvenuta dopo il tragico 1980, in cui c’è stata la morte di John Bonham. Ne abbiamo parlato in più riprese, la morte del batterista ha rappresentato il culmine di anni difficili, in cui la band aveva affrontato incidenti, sciagure e tragedie, dalla morte di Karac – figlio di Robert Plant a cui è stato dedicato il brano All Of My Love – fino alla dipendenza dall’eroina di Jimmy Page che ne ha spesso compromesso le esibizioni. 

Il 25 settembre del 1980, a seguito di una sessione di registrazione in cui si ubriacò più del dovuto e dopo aver manifestato uno stato fisico pessimo, John Bonham si addormentò e soffocò con il suo stesso vomito, trovando una tragica morte a soli 32 anni. I Led Zeppelin, con un comunicato, decisero di porre fine alla loro carriera: «Desideriamo rendere noto che la perdita del nostro caro amico e il profondo senso di rispetto che nutriamo verso la sua famiglia ci hanno portato a decidere – in piena armonia tra noi ed il nostro manager – che non possiamo più continuare come eravamo.»

L’esibizione al Live Aid con Phil Collins e la disastrosa performance

Nonostante lo scioglimento, i Led Zeppelin si sono esibiti di rado in collaborazione con altri artisti, dando vita – nella maggior parte delle volte – a mini reunion che hanno convinto i fan della formazione. L’esibizione al Live Aid fu realizzata con Phil Collins, batterista dei Genesis che fu scelto solo per l’occasione: il risultato fu incredibilmente tragico e Phil Collins, che non era assolutamente preparato all’evento, rovinò il Live Aid dei Led Zeppelin, ma non solo a causa dei suoi errori.

Il batterista ha voluto ricordare quell’esibizione, affermando che non c’era stata preparazione da parte sua: “Non ho provato quando sono arrivato lì, ma ho ascoltato Stairway to Heaven durante il volo. Sono arrivato e sono andato alle roulotte, e Robert ha detto che Jimmy Page era molto incazzato“. Il batterista, poi, ha anche affermato parole che hanno riguardato il leader dei Led Zeppelin, Robert Plant: “Robert Plant non stava bene. E se avessi potuto andarmene, l’avrei fatto, perché non ero necessario e mi sentivo come un pezzo di ricambio.

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.