gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slash omaggia Eddie Van Halen

Slash è uno dei chitarristi più noti al mondo. Emerso per essere membro della band di Los Angeles Guns ’N Roses, nel corso della sua carriera ha collaborato anche con altri numerosi artisti, come per esempio Michael Jackson, esibendosi e registrando anche in qualità di solista. Il chitarrista è stato capace di comporre riff o soli storici, come quelli di “Sweet Child ‘O Mine”, “Welcome To The Jungle” e “November rain”.

La scomparsa di Eddie Van Halen

Recentemente Slash, come del resto tutto il mondo chitarristi, nonché musicale nel suo complesso, ha dovuto piangere l tristemente prematura scomparso di un altro gustar Hero: il mitico Eddie Van Halen. Quest’ultimo è stato uno dei chitarristi più influenti non solo della sua epoca, me della storia del rock in generale, apportando e sviluppando diverse tecniche, su tutte quella del tapping.

Slash: “Sono scioccato, non trovo le parole…”

In merito alla morte di Van Halen Slash ha dichiarato. “Sono scioccato! Eddie era un musicista sensazionale, un innovatore ed un ragazzo fantastico. Non riesco a trovare le parole giuste, ma sono sinceramente commosso. Eddie è stato fantastico!”. Queste sono le parole con cui Slash ha reso omaggio all’autore di “Jump” durante il suo intervento al programma WGN News, dove era stato in realtà invitato per far pubblicità al nuovo fippler dei Guns ’N Roses.

Slash: “Grazie a Eddie ho cambiato il mio modo di suonare”

Slash ha inoltre aggiunto: “Ero a conoscenza del fatto che fosse malato perché ci scrivevamo spesso, ma non mi sono mai sentito di domandargli quale fosse la sua situazione. Sapevo che non c’era nulla da fare, ma ne sono stato comunque devastato. Grazie a lui ho cambiato il mio modo di suonare la chitarra. Iniziai all’incirca nel 1980 e quando uscì il primo disco dei van Halen mi colpì immediatamente.”.

Quando Slash marinava la scuola per ascoltate i Van Halen

“Eravamo soliti, insieme a Steven Adlker” ha proseguito Slash uscire prima da scuola per andare in pizzeria e poi ascoltare il disco dei van Halen. Lo abbiamo fatto moltissime volte, era un disco davvero pazzesco! Ha veramente cambiato il mio approccio allo strumento, era un musicista, un chitarrista un innovatore ed una persona straordinaria! La sua è stata una gravissima perdita per il mondo del rock!”.

Quello di Slash è solo uno dei moltissimi omaggi che le star musicali di tutti il mondo hanno dedicato ad Eddie Van Halen. A farlo ovviamente sono anche le persone comuni, milioni di ammiratori che si innamorarono del chitarrista e della sua band grazie a brani del calibro di “Jump”, “Erumption” o “You Really Got Me”.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com