gtag('config', 'UA-102787715-1');

Yes: pubblicata la cover di “Imagine” di John Lennon

Gli Yes sono universalmente riconosciuti come una delle band progressive più importanti di sempre. Ha goduto di particolare successo soprattutto tra gli anni ’70 e gli ’80, come del resto il genere da loro proposto, cambiando vari componenti nel corso del tempo. Nel corso della loro produzione hanno fatto uso di strumenti elettronici innovativi, fissando, insieme ad altre band come Genesis, Gentle Giants e King Crimson, i canoni del progressive rock.

Yes: annunciato il loro nuovo album live

Recentemente è stata annunciata la pubblicazione di un loro nuovo disco registrato dal vivo, in uscita il 30 ottobre per la BGM Records, dal titolo “The Royal Affair Tour, Live From Las Vegas”. Per promuovere proprio questo loro prossimo disco, gli Yes hanno già rilasciato un brano in anteprima. Non si tratta di un pezzo qualsiasi, bensì di una delle canzoni più conosciute di sempre, scritta da un cantante altrettanto noto ed acclamato. Stiamo parlando si “Imagine” di John Lennon.

Yes: la loro versione di “Imagine”

La scelta di eseguire questo brano dal vivo non è causale. Infatti l’attuale batterista degli Yes, Alan White, nel 1969 si unì alla Plastic Ono Band di John Lennon, registrando nell’album “Imagine”. Non solo, il batterista si può ascoltare anche in “Live Peace In Toronto 1969”, nel singolo “Instant Karma!” del 1970 ed in “Some Time In New York City” del 1972. White ha suonato con gli Yes a periodi alterni: dal 1973 al 1981, dal 1982 al 2004 ed infine dal 2008 fino ad oggi.

Una raccolta del meglio

Il batterista ha dichiarato: Hanno messo insieme un film davvero speciale con le riprese di quest’ultimo periodo”, ha detto a proposito della nuova versione degli Yes. “Abbiamo suonato “Imagine” nel tour degli Yes e l’hanno registrato alla mie spalle. La prima volta che l’ho visto, mi sono voltato e ho detto, ‘Chi diavolo è quel ragazzo?”.”. Anche il chitarrista Steve Howe espresso positivamente per quanto riguarda l’intero progetto: “Avere l’opportunità di riunire i membri della band nello sviluppo di una serie di canzoni ben selezionate che catturano il vero potenziale della band è semplicemente un onore per me”.

Il nuovo album in uscita il 30 ottobre

L’album è stato registrato nel luglio 2019 nel corso di una esibizione della formazione britannica all’Hard Rock Hotel di Las Vegas. Alan White ha aggiunto: “L’album del tour Royal Affair, in uscita ad ottobre, è un nuovo capitolo nella vasta gamma di registrazioni live degli Yes”, aggiunge White. “Spero che vi piaccia”. Di questo siamo certi, dal momento che il livello della band, malgrado gli anni che passano, si è sempre mantenuto molto alto.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com