26 July, 2021, 01:44

I 5 migliori batteristi metal di oggi secondo Music Radar

Ogni anno che passa il sondaggio di Music Radar per votare il miglior batterista dell’attuale scena metal richiama sempre più votanti tra i partecipando. Questo rende le nomine degli appartenenti alla top ancor più contese, dal momento che i batteristi in lizza sono più di trenta. La lista di quest’anno non ha fatto eccezione, dimostrando ancora una volta che c’è molto di più degli stereotipi dietro alla batteria metal. Ecco allora i 5 batteristi che si sono aggiudicati i posti più alti alla fine del 2020.

1) Jay Weinberg – Slipknot

Questo è il quarto anno consecutivo in cui Jay Weinberg, batterista degli Slipknot è in testa alla categoria Best Metal Drummer e non mostra segni di cedimento. Dall’inizio dell’anno in tour, al recente rilascio di un caratteristico rullante SJC, Jay rimane un punto di riferimento fisso nella comunità dei batteristi metal. Vedremo sei nei prossimi anni arriverà qualcuno in grado di soffiargli la posizione più alta del podio. 

2) Mario Duplantier – Gojira

Pochi batteristi metal sono in grado di abbinare una tale precisione al groove come Mario Duplantier. I Gojira sono senza dubbio tra le migliori band metal in circolazione al momento e persino la pandemia da corona virus non ha potuto impedire loro di essere attivi nel corso 2020, che ha visto l’uscita del loro singolo intitolato “Another World”.

3) Alex Bent – Trivium

Una rapida occhiata alle scelte contenute del suo album, ci può confermare come Alex Bent sia molto più di “un semplice batterista metal”. La vera prova a sostegno di questa affermazione si può rintracciare semplicemente nella maniera incredibile in cui suona, che oltre ad offrire passaggi tecnicamente molto impressionanti, risultano anche egualmente interessanti dall’inizio alla fine. 

4) Danny Carey – Tool

Il batterista dei Tool non manca mai di stupire, e mentre il 2020 ha sconvolto i piani di tour della band per l’anno, Carey ha comunque trovato il tempo di riunirsi con Adam Jones e Justin Chancellor per registrare “The Witness”, in celebrazione di Jones Gibson. Speriamo che “Fear Inoculum” del 2019 sia stato solo l’inizio di un periodo di rinascita per i Tool.

5) Mike Portnoy – Sons Of Apollo

Non sarebbe una top 5 di batteristi metal senza il batterista che ha spinto in avanti in modo coerente e prolifico il genere negli ultimi tre decenni. Oltre a tornare con i Sons of Apollo, quest’anno con il brano intitolato “MMXX”, Mike Portnoy si è anche riunito con il suo ex compagno di band dei Dream Theater, John Petrucci, evento che i fan della band aspettavano da almeno dieci anni.

Share