gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 grandi amicizie del mondo del rock

Quando ci approcciamo ad un artista vogliamo spesso entrare nel suo mondo, scoprire cosa gli piace, che musica ascolta, chi frequenta. A volte i nostri artisti preferiti sono molto riservati ed è difficile capire da quali persone si circondino. Nel caso delle rockstar, è molto facile che spesso però siano unite da legami di amicizia con colleghi o collaboratori. Allora risulta molto più semplice per noi sapere qualcosa dei nostri “beniamini” e delle loro compagnie. Oggi vi parliamo di amicizie rock, ovvero di quei legami e rapporti tra cantanti o artisti del panorama musicale rock. La musica unisce sempre!

Johnny Depp e Alice Cooper

Li abbiamo visti insieme ovunque, i due sono membri della band Hollywood Vampires, ma prima ancora di questo sono amici, il loro rapporto dura da una vita. Alice Cooper è comparso anche nel film Dark Shadows di Tim Burton, dove era protagonista Johnny Depp, uno degli attori più amati dal regista macabro. Esilarante il fatto che nel film Depp debba confondere Alice Cooper con una donna e si riferisca a lui spesso come “Signora Cooper”. Chissà quanto si saranno divertiti a girare quelle scene!

Thom Yorke e Michael Stipe

Il cantante dei Radiohead è un grande amico dell’ex frontman dei R.E.M. Non tutti sanno che fu proprio una telefonata con Stipe ad ispirare a Yorke la celebre canzone How to disapper completely. La frase “Non sono qui, questo non sta accadendo” fu pronunciata da Stipe durante una telefonata con il suo collega ed amico. Partendo dallo stesso concetto, i R.E.M. realizzarono il loro brano Disapper. Allora non è solo una delle amicizie rock come tante, bensì qualcosa di importante che crea ispirazione reciproca.

Dave Grohl e Taylor Hawkins

Due compagni di band, due collaboratori, praticamente due fratelli. I due, infatti, sono rimasti amici dal 1997. Una collaborazione proficua per due musicisti che evidentemente si intendono moltissimo. Sappiamo tutti quanto Grohl abbia bisogno di un vero amico, certo come tutti noi, ma sicuramente è difficile riprendersi da certe situazioni che ha dovuto vivere.

David Bowie e Mick Jagger

Su questi due ci sono talmente tante cose da dire che non basterebbe un libro intero. Conosciamo tutti la strana situazione della moglie di Bowie trovò Jagger a letto con il marito, in una situazione a dir poco ambigua. E poi Dancing in the streets non a caso viene additato dai Griffin come uno dei video musicali più “gai” che esistono. Scherzi a parte, questi due insieme ne hanno combinate tante. A quanto pare Bowie rubava anche le idee a Jagger, che si risentì. Cose che capitano tra amici, suppongo lo abbia perdonato ormai.

Brian May e Tony Iommi

Il chitarrista dei Black Sabbath ha avuto un ruolo fondamentale nel concerto tributo per Freddie Mercury e questo grazie ad una “raccomandazione” (non che ne avesse bisogno!) di tutto rispetto. Infatti, lui e Brian May sono amici da anni. Bisogna dire che tra chitarristi è abbastanza facile ci si intenda e la loro amicizia dura da moltissimo tempo.

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.