gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le cinque Rock Band più “strane” di sempre

Il mondo del Rock pullula da sempre di aneddoti particolari e dai risvolti singolari. Le Band più in voga fanno da sempre leva su storie uniche e, per certi versi, strane per affascinare il grande pubblico ed avvicinare i novizi. Nonostante nel corso degli anni, la figura di Rocker ha assunto molteplici sfaccettature; andando dalle stigma poste da band come i Black Sabbath, arrivando ai misticismi sorti dietro il mito dei Led Zeppelin e, finendo con il tentativo di distruggere i luoghi comuni sorti nei decenni dei gruppi moderni; ad oggi riusciamo ancora a rimanere sbalorditi da alcune iniziative proposte dalle nuove leve.

Veri e propri luminari, specializzati del settore e addetti ai lavori che, giorno dopo giorno, arricchiscono il panorama con nuove iniziative sempre più coinvolgenti. Per quanto sia facile incorrere nell’errore, viste le circostanze e la fragilità delle tematiche trattate; i tentativi più fantasiosi e, in alcuni casi, divertenti, di stravolgere l’universo del Rock, sono sempre apprezzati. In questa classifica parleremo di band che si sono inventate di tutto pur di essere uniche, certi del fatto che, iniziative del genere, nascano da aspirazioni ben più grandi del mero successo.

5) Okilly Dokilly

Gli Okilly Dokilly si formano negli Stati Uniti nel 2015. Si tratta di una band Heavy Metal composta da sosia di Ned Flanders, il vicino di casa di Homer Simpson nel celebre cartone animato. Il gruppo non si limita a vestirsi e ad imitare l’irritante vicino, i testi delle loro canzoni, infatti, sono composti esclusivamente dalle sue tipiche frasi. Gli Okilly Dokilly hanno creato un sottogenere del Metal, chiamato “Nedal”, inoltre, la loro fama si è estesa fino ad arrivare agli autori dei Simpson che li hanno inseriti nei titoli di coda al termine di un episodio del 2019.

4) Teddybears

I Teddybears nascono a Stoccolma, nel 1991, con l’obiettivo di ribellarsi contro i cliché di cui la scena Death Metal svedese è madida. Il gruppo è riuscito a costruirsi una carriera abbastanza consistente eseguendo arrangiamenti personali di brani di artisti famosi e rompendo gli schemi con un genere capace di congiungere l’ Hip Hop e il Death Metal, il tutto, indossando enormi teste d’orso come copricapo.

3) Hevisaurus

Gli Hevisaurus sono una Heavy Metal band finlandese, la cui fandom è composta quasi esclusivamente da bambini. Fattivamente, il target dei testi del gruppo mira esplicitamente alle fasce d’età più tenere. La peculiarità del gruppo è indossare sgargianti costumi da dinosauro per le loro esibizioni. Gli Hevisaurus si formano nel 2009, in quello stesso anno, partono per il loro primo tour e, nel 2014, esce nelle sale cinematografiche un film a loro dedicato che li vede come protagonisti.

2) Caninus

I Caninus erano una band Deathgrind fondatasi nel 2003. La band aveva due cantanti al quanto singolari. Si trattava infatti di due femmine di Pitbull, chiamate Basil e Budgie. Negli anni abbiamo assistito spesso all’intervento dei migliori amici dei beniamini del Rock nei loro dischi. Quello dei Pink Floyd fu un caso emblematico, eppure i Caninus hanno portato il tutto ad un livello completamente diverso. Purtroppo la band si è sciolta dopo la morte di entrambi i cani.

1) Compressorhead

Siamo davanti ad un capolavoro dell’ingegneria, della robotica e, fattivamente, della musica Rock. I Compressorhead sono una band prettamente strumentale composta da Robot costruiti interamente con metallo riciclato, tra il 2007 e il 2012. Gli automi sono programmati affinché riescano ad imbracciare gli strumenti, suonando perfettamente una scaletta che include brani dei Motorhead, degli AC/DC e dei Pantera. I Compressorhead sono una band composta da 4 “membri”. Recentemente, è iniziata una raccolta fondi per costruire anche un cantante che, sfortunatamente, ha avuto esito negativo.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)