gtag('config', 'UA-102787715-1');

Elvis Presley: quando Robert Plant visitò Graceland

Elvis Presley ed i Led Zeppelin sono due nomi di grande spicco nella storia del rock. Entrambi sono stati capaci di conquistare milioni di fan durante il loro periodo di attività, e la loro fama non ha accennato a fermarsi neppure dopo la fine della loro attività. In quanto Elvis è stato probabilmente il primo cantante a far entrare nell’immaginario collettivo la figura della rock sta, con tutto ciò che comporta, è ovvio che anche la band britannica sia stata influenzata dallo statunitense.

Elvis Presley e Led Zeppelin: Los Angeles, 11 maggio 1974

In particolare il cantante dei Led Zeppelin, Robert Plant, ha affermato più volte di essere grande fan del re del rock’n’roll, Elvis Presley, sin da quando ascoltò per la prima volta “Heartbreak Hotel”, il primo grande successo del cantante nato a Tupelo. La band ed il solista sono hanno condiviso il successo per alcuni anni, nel corso degli anni ’70. In particolare nel 1974, dato che entrambi avevano la stessa agenzia ad organizzare i loro tour, ebbero l’occasione di incontrarsi a Los Angeles.

Lo show sold out al Forum of Inglewood

I Led Zeppelin erano infatti tra il pubblico del Forum of Inglewood, durante il concerto delle 20:45 (quel giorno unfatti era prevista doppia esibizione, con la prima alle 14:30), tra i 18.500 spettatori che riempirono sold out l’arena. Elvis sapeva della presenza della band in sala, tanto che dopo una partenza non perfetta della band del brano “Funny How Time Slips Away”, Presley intervenne dicendo: “Fermi, fermi, ricominciamo! Questa sera ci sono i Led Zeppelin nel pubblico e dobbiamo fargli vedere che ci sappiamo fare!”.

Elvis Presley: l’incontro coi Led Zeppelin nella sua suite

Dopo lo show gli inglesi raggiunsero Elvis nella sua suite per incontrarlo. Presley dopo qualche minuto iniziò a parlare con ardore di argomenti quali la musica che ascoltavano e le loro maggiori influenze. L’entusiasmo di Presley era tale che quando alcuni suoi collaboratori andarono a chiederli se volesse concludere l’incontro lui li mandò via. Inoltre, una volta scoperto che la canzone preferita di Plant, tra quelle del re del rock’n’roll, era “Love Me”, quando gli Zeppelin salirono sull’ascensore per andarsene, Elvis fece capolino dal corridoio e ne cantò le prime battute, come ha raccontato Plant stesso.

Robert Plant a Graceland nel 2008

L’amore di Robert Plant nei confronti di Elvis Presley non è calato nel corso degli anni. Infatti nel 2008, a 32 anni dalla morte dello statunitense, e a 35 anni da quello storico incontro, il cantante dei Led Zeppelin si recò in visita a Graceland, la villa di Presley, nonché la seconda casa più visitata negli Stati Uniti dopo la Casa Bianca, per omaggiare un artista che tanto l’aveva influenzato in giovane età. A ricordarci di questo evento sono state le pagine social della magione, che qualche tempo fa ci avevano riportato alla mente di quando nel 2013 a pagare omaggio fu un’altra rock star britannica: Sir Paul McCartney.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com