gtag('config', 'UA-102787715-1');

Litfiba, il significato del brano “Animale di zona”

Litfiba fanno ancora parte dei maggiori esponenti della musica rock in Italia. Hanno cominciato la loro carriera negli anni Ottanta e dopo aver effettuato diversi cambiamenti nella formazione, oggi risultano ancora in attività. Con la pubblicazione di “Animale di Zona” siamo quasi a metà degli anni Novanta, con l’album “Spirito” il terzo della riconosciuta tetralogia degli elementi Un grande progetto che porta un marchio di fabbrica tutto Litfiba. Estratto dal disco dedicato all’aria, qui il significato di “Animale di Zona” dei Litfiba. 

L’album “Spirito”

“Spirito” è un album veramente molto importante per il gruppo, poiché è quello in cui si riflette la scelta di avviare la tetralogia. Pubblicato nel 1994, non rende particolarmente soddisfatto il gruppo, ma ciononostante ci troviamo davanti ad uno disco che è riuscito ad essere uno dei più venduti dell’anno. Il disco si riveste di un certo rinnovamento, dato probabilmente anche dalla scelta di cambiare produttore. Quello nuovo sarà Rick Parashar, riconosciuto anche per aver lavorato con i Pearl Jami Nickelback e Bon Jovi. 

Cosa ne pensano Ghigo e Pelù?

Sia il chitarrista che il cantante, ci tengono molto a precisare il cambio di produttore. Pier soprattutto sottolinea – in uno special introduttivo per l’album- come alcuni si aspettassero un suono grunge, proprio perché il produttore si era generalmente occupato di quel tipo di suono. Invece, no. Spirito è un album “italianissimo” come dirà il frontman. Avevano anche pensato di cercare a tradurre qualche pezzo in inglese, ma la realtà è che il suono non sarebbe stato lo stesso. L’unica alternativa sarebbe stata quella di cambiare le parole, verso una traduzione molto più libera, fatto che non li convinceva più di tanto.

Il significato di “Animale di zona”

Animale di zona” è la seconda traccia dell’album sopracitato. Scritta e composta da Pier Pelù e Frederico Renzulli tratta principalmente di limiti, che segnano a tratti sia dei limiti fisici che mentali. Colui che parla nel testo si definisce “animale di zona” ed è facilmente intuibile come quello che vuole è forse, proteggersi. Il rimando ricorda tanto quello che di solito fanno gli animali, ovvero “segnare” la propria zona, così che nessuno vi si avvini. Le distanze in questo caso vengono prese con una donna, un amore che forse vuole essere vissuto, ma che non lo sarà. Il protagonista vuole e necessita spazio, mentre lei sembra vivere in una illusione che è molto diversa e distante dall’effettiva realtà. Il significato di “Animale di Zona” dei Litfiba sta in un modo di vivere l’amore in cui ad un certo punto, devono essere messe delle barriere, dove la libertà è alla base di tutto. 

 

Share

Maria Geraci, 1999. Laureata in lettere moderne e studentessa magistrale di letteratura, filologia e linguistica italiana. Appassionata di rock, grunge e cantautorato. Ferrata nella stesura di articoli e aspirante scrittrice. (mariageraci9@icloud.com)