Rockstar arrestate: i 10 artisti finiti dietro le sbarre

Rockstar arrestate, le conoscete tutte? Sono tantissimi gli artisti finiti dietro le sbarre, per qualche piccolo reato o per un carattere certamente poco consono alla legge. Insomma, per un motivo o per un altro tantissimi sono gli artisti che sono stati arrestati. In quest’articolo parleremo di 10 di loro.

1) Jim Morrison: iniziamo con “l’anniversario” di una delle rockstar arrestate. The Lizard Man è stato, a dire il vero, arrestato più di una volta.

La prima volta, nel 1963, quando era ancora uno studente della Florida State University. In quel caso, il leader dei Doors fu arrestato per furto di casco e manganello della polizia. L’arresto, tuttavia, più palese fu quello di sei anni dopo. Morrison fu arrestato, a Miami, per atti osceni in luogo pubblico. Si era infatti spogliato durante una sua esibizione.

2) Sid Vicious: l’arresto di Sid Vicious fu ben più grave. Il bassista dei Sex Pistols fu l’unico indagato per l’omicidio della sua fidanzata, che era stata accoltellata e ritrovata dallo stesso in una pozza di sangue. Non ammise mai di essere stato il responsabile dell’omicidio. Era il 1978 quando fu rilasciato per il pagamento di una cauzione, salvo poi essere arrestato ancora l’anno successivo, per aver aggredito il fratello di Patti Smith, Todd.

3) Marilyn Manson: tra le rockstar arrestate, certamente tutti si aspettavano di trovare il nome di Marilyn Manson. E come dar loro torto? Uno degli artisti più controversi e discussi del rock è stato arrestato nel 2001, ancora una volta per atti osceni in luogo pubblico. Non solo! In quell’occasione, un concerto in Michigan, si spinse addirittura oltre. Manson fu arrestato per aver strofinato l’inguine contro la testa di una guardia di sicurezza. Si trattò di un atto, oltre che chiaramente osceno, anche di dubbio gusto sessuale. Il tutto costò a Marilyn Manson anche 4 mila dollari di multa.

4) Jimi Hendrix: A Seattle, nel 1961, fu arrestato per essere stato segnalato, dalla polizia, alla guida di due auto rubate. Presentatosi al processo, il chitarrista statunitense aveva due opportunità: o la reclusione, così come la pena prevedeva, per furto, o l’arruolamento. Hendrix scelse quest’ultima: si arruolò, infatti, come paracadutista nei parà alla 101st Airborne Division di Fort Campbell. E’ in questo frangente che conobbe Billy Cox, che suonerà poi con lui e rappresenterà un grande contribuito dal punto di vista musicale. Lasciò l’attività dopo un anno, per un infortunio all’anca. Nel 1969, inoltre, fu arrestato per possesso di droga. Si giustificò dicendo che la droga gli era stata messa nella borsa da un fan.

 

5) Kurt Cobain: tra le rockstar arrestate figura anche il nome di Kurt Cobain. L’accusa, nel caso del cantante e chitarrista di Aberdeen, fu quella di vandalismo. Kurt Cobain scrisse, con una bomboletta spray, alcune frasi sui muri di Aberdeen. Tra le frasi “God is Gay” e “Homosex Rules”. Per queste frasi venne condannato a 30 giorni di carcere e 180 dollari di multa. Riuscì a cavarsela con la condizionale.

6) Ozzy Osbourne: I reati per Ozzy Osbourne si sono moltiplicati, tanto che è una delle rockstar arrestate ad aver collezionato più guai penali. Tra questi, troviamo l’arresto per aver tentato di strangolare sua moglie Sharon, dopo aver bevuto quattro bottiglie di vodka. Nel 1982 il leader dei Black Sabbath fu arrestato per aver urinato, in Texas, su un pezzo del muro di Fort Alamo. Durante quell’avvenimento, Ozzy era ubriaco e travestito da donna.

7) Mick Jagger: il cantante e leader dei Rolling Stones passò non pochi problemi giudiziari. Innanzitutto una condanna a tre mesi di carcere, intorno al 1965, per possesso di droga. Con tutta la band, poi, fu arrestato anni dopo, nel 1972. Un fotografo accusò la band di essere stato aggredito. L’accusa ebbe buon esito e Jagger e compagni furono arrestati. Il fotografo, poi, ritirò tutte le accuse.

8) Johnny Cash: il “The Man in Black” fu arrestato nel 1965. Anche lui, come alcune tra le precedenti rockstar arrestate, finì nei guai per possesso di droga. Non era propriamente tale, ma si trattava di centinaia di pillole e di tranquillanti. Il tutto fu trovato, nell’aeroporto di El Paso, in una borsa del countryman. Ciò provocò una multa di oltre mille dollari e una condizionale di trenta giorni.

9) Elvis Presley: ecco la sorpresa! Chi si aspettava di trovare Elvis Presley tra le rockstar arrestate sarà deluso, perchè il “The King” non è mai stato realmente arrestato. Tuttavia, è presente una sua foto segnaletica. Si tratta di una campagna pubblicitaria fatta per promuovere “Jailhouse Rock”, singolo del 1957.

10) David Bowie:

nella notte del 1976 sia David Bowie che Iggy Pop furono arrestati per possesso di marijuana. Quando il Duca Bianco dovette presentarsi in carcere per effettuare le consuete foto segnaletiche, lo fece nel modo più elegante possibile. La foto rimane, ad oggi, una delle più eleganti segnaletiche di tutti i tempi!

 

di Bruno Santini (Nefele)

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.