gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che i Led Zeppelin finirono nei guai a causa di una canzone

Una delle canzoni più controverse dei Led Zeppelin è The lemon song, contenuta nel loro album Led Zeppelin IILa canzone, oltre ad essere accusata di oscenità, ha provocato loro una causa per plagio.

The lemon song ed il significato ambiguo che fa scandalo

Il testo di The lemon song diciamo che non offre molto spazio all’immaginazione:

Lo mando giù un po’
Dallo a me piccola
soddisfami. 

Spremimi piccola, fino a che il succo scorre lungo la mia gamba
Spremimi piccola, fino a che il succo scorre lungo la mia gamba
Il modo in cui spremi il mio limone, cadrò proprio fuori dal letto”.

Il brano ha quindi fatto scandalo per il doppio senso di lemon, che può chiaramente riferirsi sia in inglese sia in italiano alla sfera sessuale. Va poi considerato che nessuna band rock è nuova a cose simili, tanto più che la canzone fa parte solo del secondo album della band. I Led Zeppelin avranno controversie anche peggiori se pensiamo alle accuse di satanismo per Stairway to heaven. Non fu mai un problema per Robert Plant l’idea di dare scandalo per le allusioni della canzone, anzi quando la eseguiva dal vivo acuiva anche i doppi sensi volutamente.

The lemon song un plagio dichiarato

Definire The lemon song un plagio non è esatto, in quanto i Led Zeppelin non negarono mai di aver preso spunto dalla canzone Killing Floor del bluesman Howlin’ Wolf. Infatti, la canzone si distingue dalle altre della band per la forte componente blues.

Il problema si pose per quanto riguardava l’attribuzione di The lemon song nei crediti del vinile: sulle copie originali britanniche di Led Zeppelin II, l’etichetta sul disco riporta “Killing Floor” come terza traccia ed è attribuita a Chester Burnett (che è il vero nome di Howlin ‘Wolf), mentre la copertina elenca “The Lemon Song” e attribuisce la canzone ai Led Zeppelin. Per questo motivo ci fu ovviamente una causa, che fortunatamente si risolse e da quel momento Howlin’ Wolf si indica come ci-autore ed ha naturalmente ricevuto un corposo risarcimento.

I Led Zeppelin plagiano spesso?

I Led Zeppelin sono stati in realtà spesso accusati di plagio. Uno degli esempi più famosi è quello di Rolling Stone, che accusò la band di plagio per Black Mountain Side, simile a Black Water Side di Bert Jansch, e Your Time Is Gonna Come, copiata secondo alcuni dai Traffic. Anche uno dei loro brani più famosi, Whole Lotta Love fu considerato un plagio di You You Need Love di Muddy Waters, mentre Willie Dixon ottenne di farsi accreditare. Un ultimo caso di plagio che li ha coinvolti è quello di Stairway to heaven, definito da Jimmy Page “ridicolo” (in yba intervista dal quotidiano francese Liberation). Gli eredi del front-man degli Spirit avrebbero preteso un risarcimento perché secondo loro Stairway to heaven somoglierebbe a Taurus, brano della band.

Naturalmente i rimandi ad altre band sono normalissimi nell’ambito dell’hard rock, tuttavia è spesso stato notato che i Led Zeppelin raramente citano le fonti. Bisogna comunque considerare la loro capacità di prendere il meglio dei vari repertori e usarlo per creare nuove canzoni.

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.