gtag('config', 'UA-102787715-1');

The Beatles, La canzone che diede il nome al best seller di Murakami

The Beatles sono una delle band più famose di tutti i tempi. Sicuramente non hanno bisogno di tributi particolari per essere riconosciuti, ma è curioso notare quanto la loro fama stia trascendendo tempo e culture. Infatti, una delle canzoni dei Beatles, Norwegian Wood dà il nome al libro più famoso dell’autore giapponese Haruki Murakami:

Norwegian Wood, i Beatles e le sonorità orientali

Norwegian Wood (This Bird Has Flown) è una canzone dei Beatles, inserito nell’album Rubber Souls del 1965. Si tratta di un brano molto importante per la carriera del quartetto, in quanto ha saputo mostrare la capacità compositiva musicale del gruppo che sperimenta per la prima volta sonorità orientale, in particolare indiane. Venne composta in effetti quasi totalmente da John Lennon, ma come al solito attribuita sia a lui che a Paul, anche se dopo la morte di Lennon insiste che in realtà ha dato un grande contributo. Norwegian Wood viene spesso definita la prima canzone pop con influenze orientali, visto che presenta lo strumento del sitar. In realtà non è la prima, ma sicuramente è una delle più famose ed influenzò anche altri gruppi. Infatti, i Rolling Stones inserirono il sitar in Paint it black. Fu Ravi Shankar, maestro di George Harrison, a influenzare i Beatles verso una svolta orientale, oltre al fatto che Harrison ascoltò il suono del sitar durante le riprese del film Help!

Il significato della canzone

Il significato del testo è abbastanza semplice: la canzone è autobiografica e racconta di una scappatella di John Lennon. Il legno del titolo si riferiva invece a certi rivestimenti per camere in voga negli anni ’60. Barry Miles nella biografia che ha scritto su Paul McCartney riporta che Paul afferma:

“Nel nostro mondo il ragazzo doveva avere una sorta di vendetta. Il verso avrebbe potuto soltanto significare che avrebbe acceso un fuoco per riscaldarsi, e che non era meraviglioso l’arredamento della sua casa? Ma non era così, significava che aveva bruciato tutto il fottuto appartamento come atto di vendetta!”

Il best seller di Murakami

Norwegian Wood è il romanzo più famosi dell’autore Haruki Murakami. Si tratta di un libro estremamente intenso che parla sostanzialmente di maturità e crescita personale. Affronta tematiche difficili come i disturbi psicologici, il lutto, il suicidio, tuttavia con una cornice non pesante. La canzone dei Beatles è il punto di partenza della narrazione: il protagonista si trova su un aereo, sente la canzone e ricorda gli avvenimenti della sua vita in un lunghissimo flashback. La scelta del brano non è casuale, ma serve a contestualizzare la storia, ambientata infatti negli anni ’60. Mostra anche una tecnica spesso usata da Murakami, ovvero l’attenzione alle piccole cose attraverso la narrazione, in questo caso il ricordo suscitato da un dettaglio minimo come una canzone. Così oltre ad essere il manifesto di un momento importante della carriera dei Beatles, Norwegian Wood è diventata simbolo di un best seller che ha fatto innamorare moltissimi lettori.

And when I awoke I was alone
This bird had flown
So I lit a fire
Isn’t it good Norwegian wood?

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.