gtag('config', 'UA-102787715-1');

The Beatles, Quando uno squalo bianco impedì la reunion

Forse uno dei momenti più difficili della storia della musica è stato lo scioglimento dei Beatles. Un gruppo che non ha semplicemente riscosso grande successo, ma che ha cambiato per sempre qualcosa nella musica e non solo. I fan naturalmente sono rimasti sconvolti e tristi della fine di un gruppo che li aveva fatti emozionare. Così, sempre si è sperato in una reunion. Come è ovvio non erano solo i fan a richiederla, ma anche il mondo dello spettacolo tutto. Una delle proposte in particolare saltò a causa della presenza di uno squalo bianco. Vediamo cosa avvenne.

I Beatles e la reunion per Bill Sargent

Sir Ringo Starr racconta che effettivamente per ben 50 milioni di sterline fu proposto loro di riunirsi nel 1975. La proposta arrivò dallo showman Bill Sargent. Allora Paul McCartney, John Lennon, George Harrison e lo stesso Ringo si ritrovarono a parlarne. Sostanzialmente volevano capire se fosse una buona idea. Tuttavia, a quanto pare l’idea era di introdurre lo spettacolo con una partita di wrestling tra un uomo e lo squalo, in cui l’uomo lo mordeva. Allora Ringo Starr spiega che questa cosa li ha spinti a pensare di non accettare.

La separazione della band nei ricordi di Ringo Starr

Ringo Starr ad ogni modo spiega che una reunion non sarebbe stata impossibile, nella misura in cui nel caso specifico erano le modalità e quello squalo sostanzialmente a rendere dubbiosi gli ex Beatles.  “Se John e George non fossero morti, c’era sicuramente una possibilità. Paul ed io siamo ancora in viaggio. John sarebbe stato ancora sulla strada. Non so di George. Faremmo ancora quello che amiamo fare. Forse separatamente, forse insieme. Nessuno sa. Quando abbiamo finito Abbey Road non me ne sono andato pensando che fosse l’ultimo album. Ho pensato ‘Torneremo tra quanti mesi e ne faremo un altro’.  Non ho lasciato lo studio pensando che sarebbe stato l’ultimo disco che avremmo mai fatto. Non l’ho mai pensato. Non pensavo che sarebbe stata l’ultima volta che avremmo mai fatto un tour insieme”.

Sappiamo tutti, purtroppo, come avvenne. Dopo aver intrapreso carriere separate, due dei Beatles dovettero dire addio agli altri membri non solo come collaboratori, ma per sempre. Lennon fu ucciso e Harrison morì nel 2001. George Harrison in realtà voleva suonare nuovamente con loro nel 1971, quando assieme al musicista indiano Ravi Shankar organizzò, nell’agosto 1971, il celebre The Concert for Bangladesh, primo concerto benefico nella storia della musica, a cui partecipò ad esempio anche Bob Dylan. Dei Beatles partecipò solo Ringo Starr. John Lennon declinò l’invito poiché non si voleva la partecipazione della moglie Yoko Ono, anche Paul McCartney rifiutò, a causa della presenza di Allen Klein fra gli organizzatori. Quando poi Lennon morì nel 1980, la reunion completa divenne impossibile.

Share

Laureata in lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, scrittrice, ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.